lunedì,  4 dicembre 2023

Coppa Davis, il trofeo in Regione e l’Emilia-Romagna festeggia gli Azzurri: "Avventura fantastica iniziata qui"

Bonaccini premia il presidente della Federtennis, Binaghi, e il capitano Volandri: "Appuntamento al prossimo anno coi detentori"

La consegna delle targhe da parte del presidente Stefano Bonaccini, alla presenza dell’assessore al Turismo Andrea Corsini e Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della Regione. Presenti atleti e dirigenti dei Circoli tennis emiliano-romagnoli.

E il Trofeo, la mitica insalatiera, tornata anch’essa a Bologna per un giorno

Da Bologna a Malaga e ritorno. Per festeggiare la Nazionale Azzurra di tennis lì dove questa straordinaria impresa sportiva ha avuto inizio, a settembre: l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo), con la vittoria nel girone di qualificazione e la conquista del pass per le finali in Spagna.

Una vittoria storica, arrivata a 47 anni di distanza da quella in Cile, e che il presidente Stefano Bonaccini ha voluto festeggiare insieme al presidente della Federazione Italiana Tennis e Padel, Angelo Binaghi, e al capitano non giocatore, Filippo Volandri, arrivati oggi a Bologna, nella sede della Regione, in rappresentanza di tutta la squadra.

L’occasione per dire grazie agli Azzurri, accanto al Trofeo conquistato, la mitica insalatiera, anch’essa tornata per un giorno in Regione, dove già era stata esposta tra agosto e settembre, per la gioia di tanti appassionati e tifosi.

"Oggi riportiamo per un giorno a Bologna un trofeo che a settembre guardavamo da sfidanti e ora ci teniamo stretti da detentori, consapevoli che questa meravigliosa avventura ha mosso i primi passi qui, in quella che a pieno titolo può definirsi una delle case del tennis italiano- ha detto Angelo Binaghi-.  In questi anni di felice e proficua collaborazione, non abbiamo mai smesso, nemmeno per un istante, di percepire il sostegno e la vicinanza di Bologna, dell'Emilia-Romagna e dei suoi appassionati, capaci di creare un'atmosfera unica, per tifo, calore e competenza. Caratteristiche che, sono sicuro, ritroveremo a settembre, quando ci ripresenteremo in campo da campioni del mondo, con l'ambizione di confermarci, anche grazie al sostegno dei bolognesi".

"A Bologna e all'Emilia-Romagna ci lega e ci legherà sempre un affetto particolare- ha aggiunto Filippo Volandri-. La Storia con la maiuscola che abbiamo scritto a Malaga è cominciata qui, in quei giorni di settembre in cui in pochi avrebbero scommesso sul nostro successo. Non i tifosi che riempirono l'Unipol Arena, da cui ricevemmo un sostegno che ci ha aiutato a superare le difficoltà e ci ha lanciato verso le fasi finali della Coppa Davis. Perciò, non vediamo l'ora di tornare l'anno prossimo per scrivere insieme una nuova pagina di... Storia"

Emilia-Romagna sempre più regione del tennis

Un grazie che è stato accompagnato dalla consegna di una targa ricordo. Alla breve cerimonia, ha partecipato anche l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, con Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della Presidenza della Regione.

Presenti anche gli atleti e i dirigenti di numerosi Circoli tennis emiliano-romagnoli.

Tutti insieme, dunque, per festeggiare la vittoria di Malaga in una regione in cui il tennis vanta un seguito particolare, con il più alto rapporto tra numero di praticanti e abitanti.

Un ottimo stato di salute confermato anche dal successo dell’edizione 2023 della Coppa Davis all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, un appuntamento che rappresenta uno dei fiori all’occhiello del cartellone di eventi sportivi della Sport Valley, promosso dalla Regione. E che è frutto dell’accordo tra la stessa Regione, la Federazione Italiana Tennis e Padel e il Comune di Bologna, firmato lo scorso anno e valido fino al 2026, con il sostegno del Governo nazionale. 

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-12-04T17:45:51+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina