Delegazione presso l'UE: Europass

Review and priority setting for substances that are listed without a specific migration limit in Table 1 of Annex 1 of Regulation 10/2011 on plastic materials and articles intended to come into contact with food

Data di pubblicazione: 11/06/2020
Ambito sintetico: Materiali a contatto con gli alimenti

Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Revisione e definizione delle priorità per le sostanze senza un limite di migrazione specifico elencate nella tabella 1 dell'allegato 1 del regolamento 10/2011 relativo a materie plastiche e oggetti destinati a venire a contatto con alimenti

Il gruppo di esperti scientifici dell'EFSA sui materiali a contatto con gli alimenti (CEP) è stato invitato dalla Commissione europea a riesaminare le sostanze per le quali non è stato assegnato un limite di migrazione specifica (LMS) nel regolamento (UE) n. 10/2011. A queste sostanze era stato assegnato il LMS generico di 60 mg / kg di cibo, ma con il Regolamento (UE) 2016/1416 questo è stato rimosso, richiedendo perciò il loro riesame. Ad EFSA è stato chiesto di identificare quelle sostanze per cui è richiesto un LMS volto a garantire la sicurezza per la salute, raggruppandole in priorità alta, media e bassa cosa da gettare le basi per future rivalutazioni dei singoli composti. Il gruppo di esperti scientifici che compongono il gruppo CEP ha istituito una procedura graduale che ha tenuto conto delle valutazioni esistenti per ciascuna sostanza a riguardo dei suoi effetti di cancerogenicità / mutagenicità / reprotossicità (CMR), bioaccumulo e altre in congiunto all'utilizzo di sistemi di previsione in silico sulla genotossicità. Questa procedura di definizione delle priorità è stata applicata a un totale di 451 sostanze, di cui 78 sono state eliminate all'inizio, poiché precedentemente valutate da EFSA come “sostanze a contatto con gli alimenti”. Per 89 sostanze, il gruppo di esperti scientifici ha concluso che non dovrebbe essere necessario un limite di migrazione. Queste ultime sono presenti negli elenchi 0 e 1 del Comitato Scientifico dell'Alimentazione (SCF), definiti come sostanze per le quali non è necessario stabilire una dose giornaliera accettabile (ADI) e altre sostanze controllate da restrizioni esistenti. Delle restanti 284 sostanze, 179 sono state inserite nel gruppo a bassa priorità, 102 sono state inserite nel gruppo a priorità media e 3 sono state inserite nel gruppo ad alta priorità, ovvero acido salicilico (FCM n. 121), stirene (FCM n. 193) e l’estere vinilico dell’laurico acido (FCM n. 436).

Link:http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/6124

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/06/16 17:31:29 GMT+2 ultima modifica 2020-06-16T17:31:29+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina