Delegazione presso l'UE: Europass

Rapid risk assessment on the possible risk for public health due to the contamination of infant formula and follow‐on formula by mineral oil aromatic hydrocarbons (MOAH)

Data di pubblicazione: 21/11/2019

Ambito sintetico: Nutrizione e Sicurezza

Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Rapida valutazione del rischio sul possibile rischio per la salute pubblica a causa della contaminazione di formule per lattanti e formule di proseguimento da parte di idrocarburi aromatici (MOAH)

A seguito del rilevamento di idrocarburi aromatici provenienti da oli minerali (MOAH) ritrovati in alcuni lotti di latte per lattanti e formule di proseguimento in Francia, Germania e Paesi Bassi segnalati da “Foodwatch”, la Commissione europea (CE) ha chiesto agli Stati membri (SM) di analizzare i lotti interessati e di investigare possibili fonti di contaminazione. Inoltre, ha incaricato ad EFSA di eseguire una rapida valutazione dei rischi per la salute legati alla presenza di MOAH in latti in formula destinati a lattanti e di proseguimento. I MOAH possono includere la presenza di composti aromatici policiclici (da 3 a 7 anelli) che hanno effetti potenzialmente genotossici e cancerogeni. Il parere dell’EFSA di Giugno 2012 sugli idrocarburi derivanti da oli minerali ha identificato un potenziale problema di salute legato alla presenza di questi composti. Per la valutazione attuale, EFSA ha ricevuto solo dati da due Stati membri (Austria e Germania), oltre ai dati pubblicati da “Foodwatch” e “Specialized Nutrition Europe”. I livelli di concentrazione sono estremamente variabili, infatti vanno da una presenza del 50% (fonte: Foodwatch) alla totale mancanza di nei tre campioni analizzati dalle autorità tedesche. In termini di quantità, i livelli di MOAH erano compresi nell'intervallo 0,2-3 mg per kg di prodotto. I limiti più elevati di assunzione per bambini variano da 0,8 a 44,6 e da 1,7 a 78,8 μg per kg di peso corporeo al giorno, rispettivamente per la media e il 95 ° percentile di esposizione. Inoltre, non sono state rese disponibili ad EFSA informazioni sull'assenza di un particolare composto nei campioni analizzati, pertanto l'esposizione stimata per neonati e bambini è di possibile preoccupazione per la salute umana. Questa valutazione si basa sui dati resi disponibili fino al 14 Novembre 2019. L'analisi di ulteriori campioni da parte degli Stati Membri è in corso ed un aggiornamento della valutazione sarà preso in considerazione in base alla disponibilità di dati aggiuntivi.

Link: http://www.efsa.europa.eu/en/supporting/pub/en-1741

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/21 12:05:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-26T12:05:49+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina