Delegazione presso l'UE: Europass

Advances in genetic engineering: EFSA public consultations in 2020

Data di pubblicazione: 14/02/2020

Ambito sintetico: Organismi Geneticamente Modificati
Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Progressi nell'ingegneria genetica: consultazioni pubbliche dell'EFSA nel 2020

Uno dei compiti principali dell'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) è valutare i rischi per la salute umana e animale e / o per l'ambiente derivanti da prodotti regolamentati legati alla produzione di alimenti e mangimi, includendo gli organismi geneticamente modificati (OGM). L'EFSA svolge questo ruolo principalmente in due modi:

  • fornire consulenza scientifica sulla sicurezza delle domande di registrazione del mercato degli OGM alla Commissione europea (CE) e agli Stati membri dell'Unione europea (UE), a cui spetta la responsabilità di decidere in merito all'autorizzazione del suddetto prodotto;
  • fornire indicazioni ai richiedenti su come compilare e presentare le loro domande, inclusi, ad esempio, i dati e altre informazioni che dovrebbero essere inclusi per una valutazione strutturata del rischio.

Nel campo della biotecnologia, l'EFSA sta attualmente rispondendo a tre mandati della Commissione Europea che potrebbero avere importanti implicazioni per le future registrazioni di OGM nell'UE e che dovrebbero essere completati entro la fine del 2020. Il primo di questi è sulla cosiddetta “spinta genetica” o “controllo genetico” che sarà lanciato per la consultazione pubblica nel febbraio 2020. Questa pratica opera trasferendo elementi genetici tra gli organismi a riproduzione sessuale. La capacità di progettare il controllo genetico ha suscitato entusiasmo e preoccupazioni tra scienziati e cittadini. Mentre le unità genetiche ingegnerizzate potrebbero essere utilizzate per controllare i parassiti e le specie invasive, salvare le specie in pericolo o sopprimere i vettori delle malattie, si teme che possano anche avere effetti indesiderati e alterare gli ecosistemi in modo irreversibile. Poiché potenziali applicazioni future per l'immissione di OGM sul mercato dell'UE (compreso l'uso pubblico) potrebbero includere il rilascio deliberato di OGM, la Commissione Europea ha identificato la necessità di una valutazione approfondita dell'adeguatezza di Linee guida esistenti dell'EFSA per la caratterizzazione molecolare (MC) e la valutazione del rischio ambientale (ERA) di organismi modificati dal controllo genetico. L'EFSA ha organizzato un seminario a Bruxelles il 15 maggio 2019 per promuovere un dialogo aperto con le parti interessate sull'applicazione della metodologia.

Il secondo mandato a cui l'EFSA sta attualmente lavorando riguarda la biologia sintetica (SynBio), un campo interdisciplinare all'interfaccia di ingegneria e biologia. Impiega un approccio basato sull'ingegneria per costruire nuovi sistemi biologici che hanno potenziali applicazioni per alimenti e mangimi che richiederebbero l'autorizzazione in Europa. Alcune di queste applicazioni possono includere il rilascio deliberato di piante o microrganismi GM geneticamente modificati (GM) nell'ambiente. Trattandosi di un campo in rapida evoluzione, la Commissione Europea ha chiesto all'EFSA di valutare l'adeguatezza delle linee guida esistenti per la MC e l'ERA delle piante e dei microrganismi GM ottenuti da SynBio. Il mandato è stato affrontato attraverso un approccio di case study, incentrato sui prodotti SynBio che potrebbero raggiungere il mercato dell'UE entro il prossimo decennio. Questa revisione è prevista per la consultazione pubblica entro la fine di marzo 2020 e affronterà separatamente le piante e i microrganismi GM.

Il terzo mandato chiede all'EFSA di valutare le sue linee guida in relazione alla bio-sicurezza delle piante sviluppate attraverso le Nucleasi Site-Type di tipo 1 e tipo 2 (SDN-1 e SDN-2) e la mutagenesi diretta dell'oligonucleotide (ODM). Questi nuovi strumenti di modifica del genoma fanno parte di una vasta gamma di metodi molecolari che possono essere utilizzati per introdurre mutazioni nel genoma vegetale, mentre SiteDirected Nucleases di tipo 3 (SDN-3) facilita l'inserimento di nuovi pezzi di DNA in un punto preciso nel genoma. Nel 2012 l'EFSA ha emesso un parere scientifico su SDN-3 (gruppo di esperti scientifici GMSA dell'EFSA, 2012). I consigli scientifici dell'EFSA sulla trasmissione genica, SynBio e l'editing del genoma informeranno l'UE ai sensi della Convenzione sulla Diversità Biologica e del Protocollo di Cartagena sulla bio-sicurezza. Considerando il più ampio dibattito sociale sulle potenziali applicazioni di questi progressi nell'ingegneria genetica, l'EFSA mira a consultare il maggior numero possibile di parti interessate.

Link: https://www.efsa.europa.eu/en/efsajournal/pub/e18021

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/17 16:20:43 GMT+2 ultima modifica 2020-02-17T16:20:43+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina