Delegazione presso l'UE: Europass

Emergent marine toxins risk assessment using molecular and chemical approaches

Data di pubblicazione

25 Maggio 2022

Ambito sintetico

Contaminanti in alimenti e mangimi

Sintesi a cura dell'Università di Parma

Pubblicati i risultati e le opinioni scientifiche per le valutazioni del rischio in ambito alimentare del programma EUFORA di EFSA: Valutazione del rischio derivante da nuove tossine di origine marina mediante approcci molecolari e chimici (6 di 20)


Il programma Europeo di finanziamento per la valutazione del rischio in ambito alimentare (in inglese EU-FORA,
European Food risk assessment fellowship programme) è un’iniziativa fondamentale per garantire la preparazione delle istituzioni europee alle future esigenze in materia di analisi del rischio.

Il programma mira ad ampliare il gruppo di esperti in valutazione del rischio per la sicurezza alimentare in Europa e a stimolare il coinvolgimento degli Stati Membri nei lavori di valutazione del rischio, con l’obiettivo ultimo di costruire una cultura comune dell’Unione Europea per la valutazione del rischio.


Sul sito di EFSA sono state pubblicate venti opinioni riguardanti diversi temi della valutazione del rischio derivante dagli alimenti e dal loro consumo. Ogni settimana verranno pubblicati gli aspetti più rilevanti di ognuno degli studi portati a termine durante lo sviluppo del programma EUFORA. Qui di seguito viene descritto l’argomento di questa settimana:


Valutazione del rischio derivante da nuove tossine di origine marina mediante approcci molecolari e chimici


I cianobatteri, impropriamente chiamati alghe verdi o alghe azzurre, sono microrganismi unicellulari fotosintetizzatori che crescono in ambiente marino. L’ecosistema marino è governato da delicati equilibri che si instaurano tra gli esseri viventi che lo abitano. Per questo è estremamente importante il controllo di sviluppi eccessivi di cianobatteri. Inoltre, questi microrganismi sono in grado di produrre composti tossici, i quali potrebbero comportare enormi perdite economiche nelle industrie ittiche, ma anche casi di avvelenamento per l'uomo a causa del loro accumulo nella catena alimentare. Le condizioni che favoriscono questi sviluppi incontrollati non sono state ancora del tutto compresi. Tuttavia, il cambiamento climatico e l'intervento antropogenico sono indicati come i fattori più significativi. Anche se il monitoraggio e l’ispezione delle tossine prodotte dai cianobatteri portato a termine dagli organismi internazionali di sorveglianza obbligatoria si sono rivelati eccezionalmente efficaci, non sono state ancora stabilite normative in merito a questa nuova categoria di sostanze tossiche cosiddette emergenti. Alla luce di questo scenario, diventa essenziale applicare nuove metodologie analitiche rapide ed affidabili per la diagnosi precoce di tossine marine emergenti. In questo campo, il sequenziamento metagenomico ha tutto il potenziale per diventare un importante strumento diagnostico nei campi della sicurezza alimentare. Questo approccio supera i limiti delle tecniche microbiologiche tradizionali e consente una valutazione rapida ed accurata di una comunità microbica complessa, come quella dei cianobatteri, in un unico esperimento. Nell'ambito del programma EU-FORA, l'obiettivo finale è stato valutare la metagenomica come promettente strumento di valutazione del rischio, utile per il monitoraggio di tossine marine emergenti.

Collegamenti Tematici

Contaminanti chimici

Link

https://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/e200422

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/04 10:57:06 GMT+2 ultima modifica 2022-07-04T10:57:06+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina