Delegazione presso l'UE: Europass

Microbiota analysis for risk assessment: evaluation of hazardous dietary substances and its potential role on the gut microbiome variability and dysbiosis

Data di pubblicazione

25 Maggio 2022

Ambito sintetico

Prodotti dietetici, nutrizione umana e allergie

Sintesi a cura dell'Università di Parma

Analisi del microbiota intestinale: valutazione di sostanze alimentari pericolose e loro potenziale ruolo sulla variabilità del microbioma intestinale e disbiosi (5 di 20)

Il programma Europeo di finanziamento per la valutazione del rischio in ambito alimentare (in inglese EU-FORA,
European Food risk assessment fellowship programme) è un’iniziativa fondamentale che garantisce la preparazione alle future esigenze in materia di analisi del rischio. Il programma mira ad ampliare il consorzio di esperti in valutazione del rischio per la sicurezza alimentare in Europa e a stimolare il coinvolgimento degli Stati Membri nei lavori di valutazione del rischio, con l’obiettivo ultimo di costruire una cultura comune dell’UE per la valutazione del rischio. Il quinto programma parla dell’interazione del complesso sistema di microrganismi che abitano il nostro intestino e la loro relazione con i composti tossici che comunemente ingeriamo.


L'espansione dei campi di studio relativi ai microrganismi probiotici ed ai loro effetti benefici sulla salute umana è un panorama in evoluzione. L'attuale innovazione nell'area della biotecnologia e della bioinformatica sta emergendo al di fuori delle definizioni classiche; perciò, nuovi microrganismi con nuove potenzialità emergeranno portando nuove sfide per istituzioni scientifiche e normative. Allo stesso tempo, la ricerca di biomarcatori (impronte digitali che definiscono in maniera univoca un soggetto) per predire l'incidenza di malattie e la progressione e la risposta a trattamenti clinici è un'area chiave della ricerca microbiologica resa possibile dall'elaborazione efficiente di grandi insiemi di dati ed evidenze scientifiche.


Tuttavia, la regolamentazione dei microrganismi benefici e dei batteri probiotici fino ad oggi commercializzati differisce tra i paesi, sia europei che extraeuropei. Il livello di classificazione, infatti, non è armonizzato a livello globale. Allo stesso tempo, i regolamenti e le leggi sono molto esigenti nel valutare la sicurezza dei prodotti presenti sul mercato, di modo che solo quei prodotti con benefici sottoscritti da evidenze scientifiche possano ottenere un riconoscimento positivo in termini di indicazioni benefiche sulla salute. Nel presente progetto di EFSA, si evidenzia la necessità di specificare chiaramente i criteri per la definizione delle proprietà benefiche di un microrganismo probiotico e di fornire i dettagli sugli approcci utili per raggiungere tali principi, con l'intenzione che i produttori possano beneficiare di un modo trasparente per comunicare la qualità del prodotto ai consumatori, senza barriere.

Collegamenti Tematici

https://www.efsa.europa.eu/it/topics/topic/bisphenol

https://www.efsa.europa.eu/it/topics/topic/nutrition

Link

https://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/e200404

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/27 10:57:37 GMT+2 ultima modifica 2022-06-27T10:57:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina