Semplificazione

Dematerializzazione DURC

Dematerializzazione del documento di regolarità contributiva

Il Durc è il certificato che attesta la regolarità di un'impresa per gli adempimenti Inps, Inail e Cassa Edile. La normativa di riferimento prevede che la Pubblica Amministrazione richieda il Durc delle imprese in diverse circostanze: in occasione di pagamenti dei proprio fornitori, come verifica dei requisiti per la partecipazione ad una gara d’appalto pubblico, per il rilascio del titolo abilitativo in edilizia ed in altri casi. Il Durc è un documento indispensabile per qualificare un’impresa nei confronti della pubblica amministrazione e per controllarne il suo corretto comportamento.

La Regione ha promosso, fin dal 2010 il progetto ‘La dematerializzazione degli atti amministrativi: primo obiettivo il Durc’ realizzato con Cnce (Commissione nazionale paritetica per le Casse edili) e con le associazioni datoriali e sindacali dell’edilizia dell’Emilia-Romagna.

Dal mese di dicembre 2012, come previsto nel progetto e nell’accordo con INAIL sulla dematerializzazione del DURC, grazie al coinvolgimento di tutte le sedi INAIL e INPS della Regione Emilia-Romagna, si possono ricevere tramite PEC i DURC relativi a lavori, servizi e forniture. Tutte le Direzioni della Regione Emilia-Romagna, nonché tutte le pubbliche amministrazioni del territorio regionale, sono state informate sulla ricezione PEC to PEC dei DURC.

In particolare va segnato l’utilizzo di questa modalità per verificare la regolarità contributiva delle imprese che richiedono l’iscrizione all’Elenco di Merito della Regione Emilia-Romagna: utilizzando questo strumento sono stati effettuati più di 400 controlli.

Da febbraio 2013, insieme al Servizio Sistema Informativo-informatico regionale, sono stati  definiti i dettagli delle porte di dominio di INAIL necessari per richiamare i web service del DURC. Tali servizi saranno realizzati su porte di dominio gestite dalla Regione Emilia-Romagna attraverso Lepida SpA.

E’stata sottoscritta il 16 maggio un’intesa tra Associazioni datoriali, sindacali dell’edilizia Emilia-Romagna, INAIL, INPS, ANCI e UPI, la quale prevede la distribuzione di un sistema informativo di supporto per le verifiche dei DURC in capo alle p.a. in grado di ridurre i tempi di richiesta e di verifica, attraverso i servizi di cooperazione applicativa che verranno sperimentati nei comuni colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012.

Questo servizio agevolerà sia l’accorciamento dei tempi di pagamento dei comuni, sia un risparmio consistente di costi e di risorse umane.

Numerose modifiche sulla disciplina inanto sono state apportate attraverso le previsioni contenute nel c.d. Decreto del fare (D.L. n. 69/2013 convertito con legge n. 98/2013) all'art. 31 (introduzione della c.d. procedura compensativa e sulla durata che è stata allungata da 90 a 120 giorni).

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/08/22 11:40:00 GMT+1 ultima modifica 2018-01-29T10:53:56+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina