Coronavirus: le misure in Emilia-Romagna

Coronavirus

Ultimo aggiornamento: 1^ gennaio 2023

La circolare del 1^ gennaio 2023 contiene un aggiornamento sugli “Interventi in atto per la gestione della circolazione del SARS-CoV-2 nella stagione invernale 2022-2023”

La circolare del 31 dicembre 2022 contiene un aggiornamento delle modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti di caso COVID-19

La Legge 30 dicembre 2022 n. 199 (di conversione con modificazioni del Decreto-legge 31 ottobre 2022, n. 162) ha eliminato l’obbligo di tampone negativo per uscire dall’isolamento.

Il 27 dicembre 2022 il Ministero della Salute ha reso noto che dal 31 dicembre 2022 saranno dismesse la Piattaforma unica nazionale per la gestione del Sistema di allerta Covid-19 e la relativa App IMMUNI. La App non sarà più disponibile negli store delle applicazioni mobile (Apple, Google, Huawei) e, sugli smartphone su cui è già stata installata, non funzionerà più.

La circolare del 1^ gennaio 2023 del Ministro della Salute ricorda inoltre che l'uso della mascherina nelle strutture sanitarie e socio-assistenziali, negli ambulatori e studi medici è prorogato fino al 30 aprile 2023.

VIAGGI DA E PER L'ESTERO

Tutte le informazioni sugli spostamenti da e per l'estero sono sul sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari esteri.

L'Ordinanza del Ministro della Salute del 28 dicembre 2022 prevede l'obbligo di tampone antigenico Covdi19, e relativo sequenziamento del virus, per tutti i passeggeri provenienti dalla Cina e in transito in Italia fino al 31 gennaio 2023.

IN CASO DI POSITIVITÀ O CONTATTO CON POSITIVO

In caso di positività

Le persone risultate positive al tampone (molecolare o antigenico) sono sottoposte alla misura dell’isolamento:

- 5 giorni di isolamento dal primo tampone positivo per le persone che non hanno mai presentato sintomi;

- 5 giorni di isolamento dal primo tampone positivo per le persone sintomatiche che però non presentano sintomi negli ultimi 2 giorni.

La Legge 30 dicembre 2022, n. 199 (di conversione con modificazioni del Decreto-legge 31 ottobre 2022, n. 162) ha eliminato l’obbligo di tampone negativo per uscire dall’isolamento.

La circolare del Ministero della Salute del 31 dicembre 2022 sull'aggiornamento delle modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti specifica inoltre che:

-  per le persone immunodepresse sono previsti minimo 5 giorni di isolamento dal primo tampone positivo e test antigenico o molecolare negativo per uscire dall'isolamento;

- per gli operatori sanitari, se asintomatici da almeno 2 giorni, l’isolamento potrà terminare non appena un test antigenico o molecolare risulti negativo;

- i cittadini che abbiano fatto ingresso in Italia dalla Repubblica Popolare Cinese nei 7 giorni precedenti il primo test positivo, potranno terminare l’isolamento dopo un periodo minimo di 5 giorni dal primo test positivo, se asintomatici da almeno 2 giorni e negativi a un test antigenico o molecolare.

E’ obbligatorio, a termine dell’isolamento, l’uso di mascherine di tipo FFP2 fino al decimo giorno dall’inizio della sintomatologia o dal primo test positivo (nel caso degli asintomatici), ed è comunque raccomandato di evitare persone ad alto rischio e/o ambienti affollati.

Queste precauzioni possono essere interrotte in caso di negatività a un test antigenico o molecolare

In caso di contatto con positivo

Le persone che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi hanno l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare.
Gli operatori sanitari devono eseguire un test antigenico o molecolare giornaliero fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un caso confermato.

MASCHERINE

L'ordinanza del Ministro della Salute del 31 ottobre 2022 prevede l'obbligo di indossare la mascherina ai lavoratori, agli utenti e ai visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti, fino al 31 dicembre 2022.

    Azioni sul documento

    ultima modifica 2023-01-03T10:47:23+01:00
    Questa pagina ti è stata utile?

    Valuta il sito

    Non hai trovato quello che cerchi ?

    Piè di pagina