Delegazione presso l'UE: Europass

Slaughter of animals: poultry

Data di pubblicazione: 13/11/2019

Ambito sintetico: Opinione scientifica – benessere animale

Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Macellazione di animali: pollame

Nel 2009, l'Unione europea (UE) ha adottato il regolamento (CE) n. 1099/2009 del Consiglio "Sulla protezione degli animali al momento dell'uccisione", elaborato sulla base di due pareri scientifici adottati dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare ( EFSA) nel 2004 e 2006. Successivamente (nel 2012, 2013, 2014, 2015 e 2017), l'EFSA ha prodotto altri pareri scientifici su questo argomento. Parallelamente, dal 2005, l'Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE) ha sviluppato due capitoli nel suo codice sanitario per gli animali terrestri: (i) macellazione di animali (capitolo 7.5) e (ii) uccisione di animali ai fini di controllo delle malattie (capitolo 7.6 ). L'OIE ha creato un gruppo di lavoro ad hoc per rivedere questi due capitoli. In questo contesto, la Commissione europea ha chiesto all'EFSA di scrivere un parere scientifico che fornisca una visione indipendente sulla macellazione degli uccelli domestici. Con specifico riferimento all'arrivo degli animali, scarico, contenimento, stordimento, sanguinamento, uccisione di emergenza e metodi, procedure o pratiche inaccettabili per motivi di benessere, all'EFSA è stato chiesto di: identificare i rischi per il benessere degli animali la loro possibile origine in termini di strutture/attrezzature e personale (termine di riferimento (ToR) -1); definire criteri qualitativi o misurabili per valutare le prestazioni sul benessere degli animali (misure basate sugli animali (ABM)) (ToR-2); fornire misure preventive e correttive (strutturali o gestionali) per far fronte ai pericoli identificati (ToR-3); e indicare i pericoli specifici relativi alle specie o al tipo di animale (ad es. giovani, ecc.) (ToR-4). Inoltre, la Commissione europea ha chiesto all'EFSA di fornire misure per mitigare le conseguenze sul benessere che possono essere causate dai pericoli identificati. Il presente parere scientifico mira ad aggiornare i risultati dell'EFSA sopra riportati esaminando le più recenti pubblicazioni scientifiche e fornendo alla Commissione Europea una solida base scientifica per future discussioni a livello internazionale sul benessere degli uccelli nel contesto della macellazione. Le specie animali considerate in questa valutazione sono quelle che appartengono alla categoria "pollame" definita dall'OIE, che può essere messa in cassette e contenitori, come polli, tacchini, quaglie, anatre, oche e uccelli selvatici . Non riguarda i ratiti (uccelli non volatili, come gli struzzi), che sono animali mantenuti liberi di muoversi. Il mandato ha inoltre richiesto un elenco di metodi, procedure o pratiche inaccettabili che devono essere analizzati in termini di aspetti previdenziali di cui sopra. Va notato che metodi, procedure o pratiche non possono essere sottoposti a una procedura di valutazione del rischio se non vi sono prove scientifiche pubblicate ad essi correlate. Alla luce di ciò, il capitolo 7.5.10 del Codice sanitario per gli animali terrestri dell'OIE elenca diverse pratiche che considera inaccettabili e il gruppo di esperti non ha argomentazioni scientifiche in disaccordo con questo elenco.

Il Regolamento del Consiglio (CE) n. 1099/2009 definisce la macellazione come "l'uccisione di animali destinati al consumo umano" e le operazioni connesse sono "operazioni che si svolgono nel contesto e nel luogo in cui gli animali vengono macellati". Questa opinione riguarda l'uccisione di pollame per il consumo umano che potrebbe aver luogo in un impianto di macellazione o durante la macellazione in azienda. Nel contesto di questo parere, ogni operazione correlata è un processo e diverse operazioni (processi) correlate sono raggruppate in fasi. Le fasi che sono state valutate in questo parere, dall'arrivo fino alla morte dell'animale (inclusa la macellazione senza stordimento), sono: Fase 1 - Pre-stordimento, Fase 2 - Stordimento e Fase 3 - Sanguinamento. La fase 1 comprende i seguenti processi (in ordine cronologico): (a) trasporto (escluso dal presente parere scientifico), (b) arrivo, (c) scarico dei container dal camion, (d) stoccaggio- e (e) movimentazione e rimozione di uccelli dai contenitori. Considerando che il contenimento del pollame prima dello stordimento varia a seconda del metodo di stordimento, il contenimento è stato valutato come parte del relativo metodo di stordimento (Fase 2). La fase di sanguinamento (Fase 3) comprende: (a) l'emorragia del pollame dopo lo stordimento e (b) l'emorragia durante la macellazione senza stordimento, compreso il contenimento. Per rispondere al mandato, sono stati utilizzati tre approcci principali nello sviluppo di questo parere: (i) ricerca nella letteratura e (ii) consultazione dei rappresentanti degli Stati membri (SM), seguita da (iii) parere di esperti attraverso la discussione del gruppo di lavoro (Working Group, WG). La ricerca bibliografica è stata condotta per identificare prove scientifiche sottoposte a valutazione paritaria che fornissero informazioni sugli elementi richiesti dai ToR (ovvero descrizione dei processi, identificazione dei rischi per il benessere e la loro origine, misure preventive e correttive, conseguenze sul benessere e ABM correlati) sul tema della macellazione del pollame (uccisione di pollame per consumo umano). Durante la riunione del 2018 dei rappresentanti delle organizzazioni degli Stati membri dell'UE designati come punti di contatto nazionali (PCN) per il regolamento (CE) n. 1099/2009 del Consiglio (riunione della rete dei PCN), sono stati identificati e discussi i rischi relativi a ciascun processo di macellazione per ottenere maggiori informazioni su quali sono le pratiche più comuni nell'UE. Questi rischi sono considerati dalle autorità nazionali i più urgenti da affrontare al fine di salvaguardare il benessere degli animali durante la macellazione del pollame.

I metodi di stordimento sono stati raggruppati in tre categorie: elettrico, atmosfera modificata controllata e meccanico. In totale, sono stati identificati e caratterizzati 35 rischi, la maggior parte dei quali legati allo stordimento e al sanguinamento. Il personale è stato identificato come l'origine di 29 pericoli e 28 pericoli sono stati attribuiti alla mancanza di abilità necessarie e adeguate per eseguire i compiti o all’affaticamento. Sono state valutate misure correttive e preventive: sono state identificate misure per correggere i pericoli per 11 di questi, mostrando come la gestione abbia un ruolo cruciale nella prevenzione. Sono state identificate dieci conseguenze sul benessere a cui gli uccelli possono essere esposti durante la macellazione: coscienza, stress da calore, stress da freddo, sete prolungata, fame prolungata, limitazione dei movimenti, dolore, paura, angoscia e difficoltà respiratoria. Sono state descritte le conseguenze sul benessere e le relative misure basate sugli animali. Per ogni processo sono state sviluppate tabelle di risultati che collegano i pericoli, le conseguenze sul benessere, le misure basate sugli animali, le origini e le misure preventive e correttive. Sono state inoltre proposte misure di mitigazione per ridurre al minimo le conseguenze sul benessere.

Le conclusioni e le raccomandazioni di questo parere scientifico si basano principalmente sulle tabelle dei risultati. Vengono fornite raccomandazioni specifiche per specifici processi di macellazione. Per risparmiare agli uccelli gravi conseguenze sul benessere come il dolore e la paura: (a) gli animali non devono essere incatenati mentre coscienti, (b) gli animali non devono subire sanguinamento mentre sono coscienti e (c) la morte degli animali deve essere monitorata e confermata prima di accedere alla vasca di riscaldamento.

Link: https://efsa.onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.2903/j.efsa.2019.5849

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/13 12:00:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-26T12:00:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina