Delegazione presso l'UE: Europass

Safety evaluation of the food enzyme alpha-amylase from a genetically modified Bacillus subtilis (strain NBA)

Data di pubblicazione: 14/05/2019

Ambito sintetico: Additivi alimentari e composti a contatto con gli alimenti

Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Valutazione della sicurezza dell'enzima alimentare alfa-amilasi prodotto da Bacillus subtilis geneticamente modificato (ceppo NBA)

L'enzima alimentare “alfa-amilasi (4-a-D-glucano glucanoidrolasi; EC 3.2.1.1) è prodotto utilizzando un ceppo geneticamente modificato di Bacillus subtilis (NBA) da DSM Food Specialties B.V. Questo α-amilasi è destinato ad essere utilizzato nei processi di cottura, in generale. Le modifiche genetiche del batterio da cui proviene, non danno preoccupazioni in termini di sicurezza. Inoltre, il ceppo soddisfa le qualifiche richieste per essere considerato una presunzione qualificata di sicurezza (QPS) e si presume quindi che sia sicuro. Le conclusioni sulla sicurezza dell'enzima alimentare sono realizzate seguendo l'approccio QPS, con una considerazione aggiuntiva delle condizioni di fabbricazione e produzione. Tuttavia, il gruppo di esperti scientifici ritiene necessaria l’esecuzione di n studi tossicologici diversi dalla valutazione del potenziale allergenico. Seguendo il livello di utilizzo massimo consigliato per i processi di cottura ed i dati individuali ottenuti da Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) tramite la banca dati completa sul consumo alimentare europeo, l'esposizione del consumatore attraverso la dieta, è stata stimata fino a 0,093 mg/kg di peso corporeo al giorno, nelle popolazioni europee. Il gruppo di esperti scientifici ha ritenuto che, nelle condizioni d'uso previste, non è presente nessun rischio di sensibilizzazione allergica. Sulla base dei dati forniti, il gruppo di esperti scientifici ha concluso che questo enzima alimentare non solleva problemi di sicurezza, sempre nelle condizioni d'uso previste.

Allo stesso modo il gruppo ha valutato anche:

  • Valutazione della sicurezza della sostanza polimerica acido fosforoso, trifenilestere, con alfa-idro-omega polidrossi [ossi (metil-1,2-etanedil)], C10-16 alchilesteri, per uso in materiali a contatto con alimenti. Il prodotto non solleva un problema di sicurezza per il consumatore se viene utilizzato fino allo 0,2% peso/peso e la sua migrazione non supera 0,05 mg/kg di cibo.

Link: http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/5681

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/05/14 17:40:00 GMT+1 ultima modifica 2019-06-07T16:35:49+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina