Delegazione presso l'UE: Europass

Food Safety Regulatory Research Needs 2030

Data di pubblicazione: 01/07/2019

Ambito sintetico: Editoriale - programmazione

Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Esigenze della ricerca normativa in materia di sicurezza alimentare 2030

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) raccoglie periodicamente raccomandazioni dei membri del comitato scientifico e dei gruppi di esperti scientifici sulle esigenze e le priorità della ricerca dell'EFSA (EFSA, 2017). Alla fine del mandato dei gruppi di esperti scientifici 2015-2018, abbiamo raccolto le opinioni dei membri del gruppo uscente sulle priorità delle aree di ricerca sulla sicurezza alimentare per i prossimi 5-10 anni. L'obiettivo era non solo quello di capitalizzare l'esperienza acquisita durante il mandato del panel, ma anche di informare i programmi di ricerca, come il prossimo programma Horizon per la ricerca europea. L'individuazione delle priorità di ricerca sulla valutazione del rischio e la comunicazione di tali priorità agli attori pertinenti è un aspetto importante della "Strategia EFSA 2020: scienza affidabile per un'alimentazione sicura". Oltre ai membri del gruppo, sono stati consultati il ​​personale dell'EFSA e altre organizzazioni e parti interessate dell'EFSA.

  • Entro luglio 2018, sono state ricevuti 43 bisogni di ricerca da membri dei comitati scientifici e dallo stesso personale scientifico dell'EFSA, che descrivono brevemente l'ambito e l'impatto desiderato della ricerca.
  • Queste esigenze di ricerca sono state raccolte e condivise con Il forum consultivo dell'EFSA di settembre 2018 al fine di ricevere dei commenti.
  • Durante la conferenza scientifica dell'EFSA (18-21 settembre 2018), EFSA ha consultato la comunità scientifica allargata che ha partecipato alla conferenza e ha ricevuto 30 contributi aggiuntivi.
  • I vari contributi sono stati raggruppati in temi e quindi presentati per la consultazione con i soggetti economici dell'EFSA alla riunione del Forum delle parti interessate (20 Novembre 2018).
  • Queste consultazioni hanno costituito la base per l'EFSA per formulare le sue priorità di ricerca normativa in tre flussi di ricerca (Sistemi alimentari sicuri, Innovazione nella valutazione del rischio e valutazione del rischio olistico).
  • Questi filoni e priorità di ricerca sono stati presentati al seminario: "Sistemi di sicurezza alimentare per il futuro", il 17 gennaio 2019, convocato dalla Direzione generale Ricerca e innovazione, in cui la commissione del comitato scientifico dell'EFSA ha introdotto la prima sessione di successi per definire le principali sfide e opportunità per la sicurezza alimentare.
  • Nel mese di febbraio 2019, il comitato scientifico ha discusso e approvato le esigenze di ricerca.

 Nell'elaborare le esigenze di ricerca, è stata prestata attenzione all'attuale dibattito e alle riflessioni in preparazione di Horizon Europa. In particolare, i dibattiti Food2030 sono rilevanti per la sicurezza alimentare, in cui la ricerca e l'innovazione dovranno sostenere un cambio di sistema, in modo da fornire abbastanza cibo sicuro per nutrire una popolazione mondiale in crescita. Considerando gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e le richieste dei cittadini per un'alimentazione sostenibile e sicura, le scienze normative dovranno supportare sistemi alimentari sostenibili valutando la sicurezza e l'efficacia dell'innovazione nella catena alimentare. Il settimo programma di azione ambientale (Environment, Action Programme, EAP) ha formulato un a visione stimolante e, soprattutto, lungimirante: “Nel 2050, viviamo bene, entro i limiti ecologici del pianeta. La nostra prosperità e il nostro ambiente salubre derivano da un'economia circolare innovativa, in cui nulla viene sprecato e dove le risorse naturali sono gestite in modo sostenibile e la biodiversità è protetta, valorizzata e ripristinata in modo da migliorare la capacità di ripresa della nostra società .... ". Inoltre, la redazione di questo documento si basa sulle esigenze di ricerca identificate nel rapporto JRC sulla fornitura di alimenti e sicurezza alimentare europea nel 2050 (Mylona et al., 2016).

Discussioni e dichiarazioni recenti, tra cui il "Rapporto Lamy" e l'invito all'azione di Tallinn, richiedono un migliore allineamento con gli investimenti UE/nazionali in materia di ricerca e innovazione al fine di facilitare gli approcci collaborativi. La valutazione intermedia del programma di ricerca H2020 ha rilevato che è necessario prestare maggiore attenzione affinché la ricerca produca un impatto. Pertanto, le nostre priorità di ricerca non si fermano rigorosamente ai limiti della valutazione del rischio, ma considerano il quadro completo di analisi del rischio per garantire che la ricerca e l'innovazione possano effettivamente fornire l'innovazione e l'impatto desiderati sulla scienza e sulla società.

L'innovazione è importante per il lavoro dell'EFSA, ad esempio quando vengono effettuate valutazioni di sicurezza dei prodotti regolamentati negli alimenti, nei mangimi e nell'ambiente, per essere in grado di valutare nuovi prodotti nella fase precedente alla commercializzazione (es. biologia sintetica, nanotecnologie). Pertanto, scegliamo di formulare filoni di ricerca ampi, mostrando l'interconnettività e l'impatto sulla scienza e sulla società, in base ai quali sono stati raccolti temi e argomenti di ricerca più specifici emersi dalle consultazioni. I temi di ricerca e argomenti di fondo delle consultazioni sono elencati nell'allegato A.

Altri importanti sviluppi che hanno influenzato la formulazione di questi bisogni di ricerca comprendono la cooperazione con altre agenzie dell'UE e l'Assemblea di ricerca sulla valutazione del rischio (RARA). Nel febbraio 2018, l'EFSA ha convocato i decisori politici e un’ampia rappresentanza della comunità scientifica (200 partecipanti di 39 paesi) per discutere le priorità e le idee di ricerca (EFSA, 2018). In questa occasione, il Foro consultivo dell'EFSA ha evidenziato i benefici reciproci di una maggiore interazione tra finanziatori, agenzie dell'UE e partner nazionali in riferimento alla ricerca sulla sicurezza alimentare, per consentire:

  • accesso a reti di esperti negli Stati membri (SM), nei paesi in fase di preadesione e nei paesi vicini
  • evitare duplicazioni/ridondanza negli sforzi di ricerca
  • rafforzare l'interfaccia scienza/politica e aiutare la ricerca a produrre impatto
  • sfruttare i risultati dei progetti di ricerca e fornire un follow-up sostenibile
  • diffondere i risultati della ricerca: coinvolgere le autorità di regolamentazione, gli enti pubblici, la società civile.

L’EFSA si occupa di scienza normativa, valutando le più recenti scoperte scientifiche per informare le decisioni politiche e gestisce una grande rete all'interno e all'esterno dell'Europa. L'EFSA collabora attivamente con molti partner per scambiare dati, informazioni, competenze e personale, attraverso il nostro forum consultivo e 375 organizzazioni competenti, tra cui autorità pubbliche, università e organizzazioni di ricerca. L'EFSA coordina 16 reti scientifiche con rappresentanti di tutti gli Stati membri ed è attiva in diverse reti e gruppi di collegamento internazionali, come la Global Coalition for Regulatory Science Research. In risposta alla richiesta di coordinamento nel settore della ricerca sulla sicurezza alimentare nell'evento RARA, dove i partecipanti hanno invitato l'EFSA a essere un mediatore di conoscenze tra scienziati e responsabili politici, l'EFSA ha istituito una piattaforma di ricerca (http://www.efsa.europa.eu/en/engage/research-platform) sul suo sito web che ospita la comunità di ricerca sulla sicurezza alimentare in senso più ampio, con l'obiettivo di sostenere idee di progetto, promuovere la formazione di consorzi e aiutare gli scienziati a trovare opportunità per finanziamenti per la ricerca sulla sicurezza alimentare.

L'EFSA opera in stretta collaborazione con la rete di consulenza scientifica (ANSA-UE) delle agenzie dell'UE che fornisce consulenza scientifica ai responsabili delle politiche dell'UE. Questa rete ha recentemente pubblicato un documento di riflessione (EU-ANSA, 2018) che propone azioni per migliorare il valore aggiunto delle agenzie dell'UE nei confronti degli attori della ricerca dell'UE e dei responsabili delle politiche nelle istituzioni europee, impegnandosi più attivamente nel ciclo della conoscenza e della ricerca. Le agenzie devono essere coinvolte più attivamente nella formazione e nella stesura dei programmi di ricerca. Al fine di informare i programmi di ricerca, questo documento presenta, tre studi di ricerca che riuniscono le principali esigenze di ricerca e priorità a sostegno della valutazione del rischio sulla sicurezza alimentare nei prossimi anni. Questi bisogni di ricerca normativa in materia di sicurezza alimentare per il 2030 dovrebbero essere utili per lo sviluppo futuro di sistemi alimentari sicuri e per la strategia dell'EFSA per il 2027

 Link: https://efsa.onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.2903/j.efsa.2019.e170622

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/07/08 16:30:11 GMT+1 ultima modifica 2019-07-08T16:30:11+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina