Delegazione presso l'UE: Europass

Acute human exposure assessment to tetrahydrocannabinol (Δ9-THC)

Data di pubblicazione: 07/01/2020

Ambito sintetico: Opinione Scientifica
Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Valutazione dell'esposizione umana acuta al tetraidrocannabinolo (Δ9-THC)

Il delta-9-tetraidrocannabinolo (Δ9-THC) è un composto psicoattivo presente in natura derivato dalla pianta di canapa Cannabis sativa. Nel 2015 l'EFSA ha stabilito una dose acuta di riferimento (DAR) di 1 µg/kg di peso corporeo (peso corporeo) per il Δ9-THC e valutato l'esposizione dietetica acuta attraverso latte e latticini. Ciò è risultato, al massimo, il 3% e il 13% della DAR per adulti e bambini, rispettivamente. A seguito della raccomandazione della Commissione europea 2016/2115 sul monitoraggio della presenza di Δ9-THC negli alimenti e sull'emissione di un nuovo mandato, l'EFSA ha valutato l'esposizione acuta dell'uomo al Δ9-THC. Le categorie alimentari "standard" sono state utilizzate come variabile per il consumo di canapa e prodotti a base di canapa. Sono stati considerati dodici scenari indipendenti basati su singole categorie di alimenti ed è stata valutata l'esposizione acuta solo per i giorni di consumo per tutte le fasce d'età, esclusi i bambini. I dati di occorrenza per Total- Δ9-THC (588 campioni in totale) sono stati utilizzati per questa valutazione fino al più alto percentile affidabile per ciascuna categoria di alimenti. La DAR dell'EFSA di 1 µg/kg di peso corporeo è stata superata nei consumatori assidui di età adulta dei prodotti maggiormente considerati contenenti canapa e canapa, nello scenario con limite inferiore (LI) e limite superiore (LS). Nel Regno Unito, l'esposizione acuta nei consumatori frequenti di età adulta è stata stimata sulla base del più alto percentile affidabile di insorgenza, per semi di canapa (P95, fino a 9 µg/kg di peso corporeo), olio di canapa (P95, fino a µg/kg di peso corporeo), Tè (infuso) (P95, fino a 208 µg/kg di peso corporeo), Cereali per la colazione (P50, fino a 1,3 µg/kg di peso corporeo), Pasta (grezza) (P75, fino a 6,4 µg/kg di peso corporeo), Pane e panini ( P75, fino a 1,3 µg/kg di peso corporeo), Pane e panini di farina di canapa (P90, fino a 4,1 µg/kg di peso corporeo), Barrette di cereali (P50, fino a 0,3 µg/kg di peso corporeo), Prodotti da forno fini (P75, fino fino a 5,1 µg/kg di peso corporeo), prodotti a base di cioccolato (cacao) (P75, fino a 1,1 µg/kg di peso corporeo), bevande energetiche (P75, fino a 0,2 µg/kg di peso corporeo), integratori alimentari (P75, fino a 9,9 µg/kg di peso corporeo), birra e bevande simili alla birra (P90, fino a 41 µg/kg di peso corporeo). L'uso di variabili per il consumo di canapa e prodotti contenenti canapa, il numero limitato di dati di occorrenza e le limitazioni analitiche nella quantificazione di Δ9-THC rappresentano le principali fonti di incertezza. Nel complesso, le stime dell'esposizione presentate in questo rapporto dovrebbero rappresentare una sopravvalutazione dell'esposizione acuta al Δ9-THC nell'UE.

Sarebbe auspicabile incoraggiare ulteriori ricerche per ottenere metodi sensibili, validati (compresa la validazione tra diversi laboratori) e specifici per il  Δ9-THC da tradurre in metodi ufficiali affidabili. Sono necessari studi sulla stabilità del Δ9-THC, nonché sulla conversione in Δ9-THCA durante la lavorazione degli alimenti, compresa la cottura, utilizzando metodi specifici e all'avanguardia per la rilevazione e quantificazione di Δ9-THC. I fornitori di dati e, in generale, la comunità scientifica che lavora sul campo, dovrebbero essere incoraggiati a evitare la classificazione errata e la trasmissione all'EFSA di dati su Total- Δ9-THC (basato su metodi gas-cromatografici non specifici) erroneamente riportati come " Δ9-THC ". I Paesi membri dovrebbero essere incoraggiati a raccogliere e presentare all'EFSA ulteriori dati sull'occorrenza (sulla base di metodi selettivi) per il Δ9-THC negli alimenti e in particolare in quelli di origine animale, compresi latticini, uova e carne provenienti da animali alimentati con canapa e prodotti derivati dalla canapa. I dati di consumo sui prodotti derivati dalla canapa sono necessari per perfezionare gli scenari di esposizione.

Link: https://efsa.onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.2903/j.efsa.2020.5953

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/22 13:06:15 GMT+2 ultima modifica 2020-01-22T13:06:15+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina