Sicurezza nei luoghi di lavoro

Trabattelli

Anno 2018

Committente: Inail - Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici

Autori: Luca Rossi, Francesca Maria Fabiani, Davide Geoffrey Svampa

Curatori: Luca Rossi

Riferimento al territorio dell’Emilia-Romagna: No

Riferimento al settore costruzioni:

Target principale: L’articolo è rivolto a coloro che operano nell’ambito dei cantieri temporanei o mobili. Esso ha lo scopo di fungere come agile strumento per l’informazione e la formazione dei lavoratori e per il miglioramento dell’organizzazione delle piccole e medie imprese.

Contenuti principali:

L’articolo tratta il tema dei trabattelli. Tali elementi sono torri mobili costituite da elementi prefabbricati che possono avere differenti impalcati di lavoro, poggiano a terra permanentemente su ruote e vengono utilizzati nei cantieri temporanei o mobili. Differenti sono i fattori che portano alla scelta della tipologia di trabatello: le dimensioni dell’impalcato, l’altezza massima in base alla presenza o all’assenza di vento, la classe di carico, il tipo di accesso agli impalcati, i carichi orizzontali e verticali, le condizioni del terreno su cui poggia, l’uso di stabilizzatori, sporgenze esterne e/o zavorre e la eventuale necessità degli ancoraggi. All’interno dell’articolo vengono presentati i documenti di riferimento, data una definizione precisa di trabatello e presentata la destinazione d’uso: possono esser utilizzati o nelle lavorazioni in altezza o nei lavori in quota, ossia l’attività dove il lavoratore è a rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile. I trabattelli vengono classificati secondo la norma UNI EN 1004: 2005 e esistono tre tipi di classificazioni: classificazione in base alle classi di carico, classificazione in base al tipo di accesso agli impalcati e classificazione in base alle condizioni di utilizzo (interno o esterno). Vengono inoltre specificate le informazioni per la corretta marcatura, da apporre su una targhetta posta sul trabatello in maniera visibile da terra. Vengono fornite le indicazioni essenziali per la scelta, il montaggio, l’uso, lo smontaggio e la manutenzione, che deve esser effettuata da parte di personale qualificato ed è differente per componenti metallici e componenti in legno. Infine vengono mostrati i riferimenti presenti nel d.lgs. 81/08: all’art. 140 - ponti su ruote a torre e all’allegato XXIII - deroga ammessa per i ponti su ruote a torre.

 Per approfondimenti si rimanda al documento:

Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamento antropici, Trabattelli (pdf, 1.5 MB). Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili, collana cantieri, settembre 2018

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina