Sicurezza nei luoghi di lavoro

Compensation of permanent impairment resulting from occupational injuries in Europe

Comparative analysis in ten European countries of the case studies submitted to the members of the European Forum of the insurance against accidents at work and occupational diseases

 

Anno: 2010

 

Committente: EUROGIP 

 Autori: -

 Curatori: -

 Riferimento al territorio dell’Emilia-Romagna: No

 Riferimento al settore costruzioni: No

 Target principale: Organizzazioni di Incentivo economico per la SSL, Compagnie assicurative, Parti sociali, Istituzioni Governative.

 

Contenuti principali: 

In occasione del Forum europeo dell'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e malattie professionali tenutosi a Parigi il 23 giugno 2009, i rappresentanti delle organizzazioni di assicurazione di dieci paesi europei (Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Lussemburgo, Svezia e Svizzera) hanno presentato, in due casi di studio, le prestazioni previste nei rispettivi paesi per le vittime degli infortuni sul lavoro che soffrono di una disabilità permanente. Questo esercizio ha permesso di avere un'idea concreta del sistemi di compensazione di perdite durevoli applicati in ogni paese. Questo documento si propone di elaborare la grande quantità di informazioni fornite durante questa conferenza e l'ulteriori informazioni raccolte in seguito da parte delle organizzazioni di assicurazione in modo da consentire un confronto della compensazione esistente dei sistemi nella loro interezza. L'obiettivo è quello di esaminare i benefici previsti per le vittime nei casi di studio nel contesto del loro sistema complessivo di risarcimento danni permanenti, per essere in grado di valutare non solo l'importo del risarcimento, ma anche le condizioni di concessione, le procedure di calcolo ed eventi che potrebbero influenzare il loro pagamento. Per fare ciò, il livello di qualità delle informazioni è stata uniformata per i dieci paesi in questione, i dati vengono presentati riassunti in forma di tabelle comparative. Ogni tabella è seguita da un'analisi che evidenzia le caratteristiche comuni e le differenze da un paese all'altro, mostra la coerenza di ciascun sistema di compensazione e trae conclusioni circa la loro attrattiva per le vittime. I dieci paesi europei sono state suddivise in due gruppi  in base al modo in cui compensare una disabilità permanente, riflettendo i due approcci alla base dei sistemi di compensazione e che giustificano la loro presentazione in separata tabelle (il primo composto da Germania, Austria, Belgio, Francia e Italia, paga un risarcimento complessivo per invalidità permanente, il secondo gruppo di paesi, composto da Danimarca, Finlandia, Lussemburgo, Svezia e Svizzera, separatamente compensano la perdita di capacità di guadagno economico e danno non patrimoniale).

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/01/08 12:57:35 GMT+2 ultima modifica 2015-01-08T13:57:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina