Ufficio Relazioni con il Pubblico

Cosa fa la Regione Emilia-Romagna per la salvaguardia dei dialetti del proprio territorio?

Ai primi di novembre del 1994 fu promulgata una legge regionale, la numero 45 del 1994, dal titolo “Tutela e valorizzazione dei dialetti dell’Emilia-Romagna”. Il legislatore desiderava affiancare all’esigenza della tutela sopra menzionata un’altra esigenza: quella di promuovere l’uso del vernacolo in quanto fondamento ed espressione della propria identità, non separabile dal territorio di origine, nonché di incentivare gli studi e le ricerche, sia quelli con risvolti eminentemente didattici nel contesto scolastico, sia quelli indirizzati alla comunità di specialisti (linguisti, dialettologi, storici). L'Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali (IBC) è indicato dalla legge quale organo regionale deputato all’attuazione della legge citata.
Per approfondire:

La pagina del sito ibc dedicata ai dialetti con attività svolte dal 1994 fino ad oggi

Legge n. 45 del 7 novembre 1994 "Tutela e valorizzazione dei dialetti dell’Emilia-Romagna"

Il video sulle attività dell'Ibc

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/05/2013 — ultima modifica 28/10/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it