Più autonomia all'Emilia-Romagna

Il METODO

Fare rete insieme

Per realizzare il progetto, la Regione Emilia-Romagna si è presentata al negoziato col Governo forte di una proposta condivisa con l'intera società regionale.

Considera essenziale fare rete, agendo insieme all’intera società regionale: città e territoriparti sociali e organizzazioni economicheuniversitàTerzo settore. Attraverso il confronto e la partecipazione punta alla condivisione dell’idea di sviluppo fondata su una forte coesione ed equità sociale, che metta ancor più l’Emilia-Romagna nelle condizioni di competere con le aree più avanzate in Europa e nel Mondo, di attrarre investimentisaperi e competenze e, allo stesso tempo, di non lasciare indietro nessuno.

Le linee di indirizzo con le quali sviluppare il progetto per arrivare a una maggiore autonomia sono quindi state condivise da subito in sede di Patto per il Lavoro, sottoscritto dalla Regione nel luglio 2015, a pochi mesi dall’inizio della legislatura, con 50 firmatari - sindacati e imprese, associazioni, Camere di commercio, atenei, Ufficio scolastico regionale, Province, Città metropolitana di Bologna e Comuni capoluogo -, per attuare politiche condivise finalizzate a una priorità assoluta: creare sviluppo e buona occupazione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/19 13:28:00 GMT+1 ultima modifica 2018-03-01T14:34:26+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina