Sezioni

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Il ruolo del CSE tra giurisprudenza e normativa di settore

Axel Bisignano, in Igiene e Sicurezza del Lavoro – ISL, Ipsoa. N. 11, (2013), p. 545-551

La giurisprudenza, purtroppo, non ha mai fatto troppa chiarezza su quelli che sono gli obblighi precisi del CSE e, quindi, non si è mai specificato in quali casi questo debba rispondere di un infortunio. Inoltre, altra difficoltà è che spesso i piani contenevano di tutto, e non era difficile trovare al loro interno obblighi in capo alle imprese esecutrici che le stesse non avevano rispettato e che non erano stati verificati dal CSE. In questo quadro di incertezza, la giurisprudenza non ha contribuito a delineare in maniera precisa il ruolo del CSE, almeno fino al 2010, data nella quale si è capito che, in sintesi, il coordinatore per l'esecuzione non ha nessun obbligo di verificare il rispetto della normativa di prevenzione in generale, bensì solamente le disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento, nonché le procedure di lavoro relative al medesimo PSC. Dovrà quindi istruire i lavoratori, vigilare sulla scrupolosa applicazione delle procedure di lavoro da parte di questi e controllare il corretto utilizzo degli strumenti di lavoro ed il processo stesso di lavorazione.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?