Una Regione che fa Centro

Vista da vicino del 14 ottobre 2013

Anno: 2013

Il rilancio dei centri storici, per farli tornare ad essere il fulcro della vita cittadina, riferimento per gli abitanti dal punto di vista della socialità, degli acquisti e del senso di appartenenza alla propria città. Da diversi anni la Regione Emilia-Romagna mette in campo progetti dedicati in diverse città, con l'idea di creare una rete tra tutti i soggetti che vivono il centro storico, cittadini, commercianti e istituzioni e insieme valorizzare il concetto di "centro storico naturale" come reale ed efficace alternativa ai centri commerciali periferici. Attraverso visite nelle realtà di Imola e Forlì veniamo a conoscenza di alcune delle iniziative e delle sperimentazioni che stanno facendo tornare i centri storici al "centro" della vita della città. Un'intervista all'assessore regionale a Turismo e commercio Maurizio Melucci suggerisce come il progetto abbia anche l'importante valenza di fornire soluzioni sui temi del caro affitti e della crisi economica.

 

Trascrizione

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante

Un posto dove passeggiare, vedere monumenti bellissimi, comprare tutto quello che vuoi, incontrare tante persone, mangiare quello che preferisci. E per andarci non devi prendere un aereo o un treno, ti basta uscire di casa. Il centro storico ha tutto, ma la gente non se lo ricorda più. Con questa convinzione la regione Emilia-Romagna ha pensato all'idea dei centri commerciali naturali: rivisitare e riorganizzare i centri storici come veri e propri centri commerciali a cielo aperto, mettendo in relazione i soggetti interessati, cittadini, amministrazione e commercianti per uno scopo comune: un centro storico vivo e, di nuovo, punto di riferimento della socialità e del commercio. A Forlì, che ha un centro storico estremamente esteso, si è innanzitutto pensato ad una navetta che collegasse le varie zone, ma non si è lasciato al caso nessun aspetto

Maria Maltoni – Assessore Sviluppo Economico e Commercio Comune di Forlì

Noi abbiamo accolto con grande interesse l'idea della Regione di sperimentare delle azioni per promuovere i centri storici come centri commerciali naturali anche perché avevamo già nel nostro programma una serie di attività rivolte a rivitalizzare il centro. Il far capire l'importanza di vivere il centro in tutte le sue funzioni e quindi tutte le attività collegate sia al discorso commerciale ma anche l'implementazione sul piano culturale, artistico, turistico. Abbiamo proprio cercato di realizzare un collegamento tra tutte queste attività per fare vivere la cità, a chi la frequenta, a 360 gradi. In una situazione di grande crisi come quella che sta attraversando il commercio in tutto quanto il paese, queste attività hanno consentito alla nostra rete distributiva di esistere e questo ci fa dire che ci sono ancora tanti imprenditori che credono di poter investire nel centro storico di Forlì. Questo secondo noi è un risultato molto importante, speriamo poi di poter consolidare anche in prospettiva la manutenzione di tutta una serie di azioni che sono importanti per poter supportare il nostro centro commerciale naturale.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante

A Imola un marchio, figlio di un concorso che ha premiato un giovane ideatore, sintetizza la voglia di vivere arte, socialità e commercio come aspetti armonicamente collegati in un centro storico animato per tre volte alla settimana dal mercato.

Monica Campagnoli – Assessore Centro Storico e Commercio Comune di Imola

Nel centro storico di Imola vogliamo, attraverso la 41 speciale, utilizzare delle risorse per una campagna di comunicazione e di promozione. Di che cosa? Di tutto quello che c'è in centro e quindi di una rete commerciale di qualità, di negozi belli che meritano di essere visitati, di professionalità che lavorano all'interno di questi negozi. Ma anche invitare ad una passeggiata nel centro storico perché l'amministrazione comunale ha investito molto per riqualificare gli spazi, per fare si che ci siano luoghi di sosta, che ci siano nuovi pubblici esercizi, quindi mettendo a disposizione anche quelli che un tempo avevano una funzione pubblica, erano uffici pubblici e sono diventati oggi pubblici esercizi. Questo progetto è utile e interessante, certamente innovativo perché obbliga tutti a mettere in campo disponibilità diverse rispetto al passato. Ci obbliga tutti a fare un passo in avanti verso gli altri e cercare di fare si che tutti quelli che sono i soggetti presenti in centro storico si relazionino in maniera diversa e si sentano parte, tutti quanti, dello stesso progetto e degli stessi spazi che condividono, non soltanto in senso fisico, non c'è soltanto vicinanza fisica: il museo vicino al negozio, ma ci deve essere una vicinanza di comunità che ti fa pensare al centro storico come di uno spazio che è di tutti.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante

Cinque i progetti finanziati dalla Regione nel 2011, numero raddoppiato nel 2012, a dimostrazione di una strada in cui si crede

Maurizio Melucci – Assessore Turismo e Commercio Regione Emilia-Romagna

Vedere assieme le azioni che servono per migliorare la qualità della vita del centro storico e delle attività commerciali. Si parla di orari, si parla di accessibilità, si parla di eventi, si parla anche di un problema, quello più pesante, che è il caro-affitti. Facciamo quel salto di qualità che ci serve per passare da centri storici, la cui vivibilità ambiente-arredo è sicuramente di qualità elevata, ma anche affrontare il tema che è meno materiale ma strategico e cioè quello di fare in modo che i cittadini abbiano nel centro storico il loro punto di riferimento piacevole e attraente e sicuramente redditizio per le attività economiche.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante

I centri storici naturali: iniziative e progetti per ridare, lavorando insieme, alla parte più significativa della città il suo ruolo unico e fondamentale: farla restare sempre al centro del pensiero di tutti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/10/13 23:00:00 GMT+1 ultima modifica 2018-03-15T17:00:15+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina