Il bando per Comuni e Unioni

Sarà pubblicato entro il mese di settembre, rivolto ai Comuni e alle Unioni di Comuni alle prese con comprovate lista di attesa per i servizi 0-3 anni, o comunque una potenziale domanda alla quale in questo momento non si riesce a dare risposta. Gli Enti locali dovranno però garantire, alla luce delle risorse aggiuntive previste dalla Regione, di essere in grado di ampliare l’offerta pubblica, oppure di attivare nuovi posti di servizio nido tramite le convenzioni con i privati accreditati. Con una clausola ben precisa: alle famiglie dovrà essere garantita l’applicazione del sistema tariffario comunale.

Il contributo previsto per ciascun nuovo posto attivato nell’anno educativo 2022/23 sarà pari a 4.500 euro annui, eventualmente riparametrati in funzione dell’effettivo periodo di apertura del servizio.  

La rendicontazione a carico del Comune dovrà riportare il numero dei posti aggiuntivi attivati e indicare la copertura finanziaria ottenuta tramite la tariffa sostenuta dalle famiglie, i fondi comunali di cofinanziamento e il contributo regionale.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/29 14:26:57 GMT+2 ultima modifica 2022-07-29T14:26:57+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina