Il servizio è attivo

Vista da vicino dell'11 novembre 2013

L'energia, l'entusiasmo e il senso civico dei giovani al servizio delle zone terremotate dell'Emilia.

Il bando straordinario per il servizio civile per le zone colpite da sisma è al centro della puntata di Vista da Vicino.

Ben 2847 erano state le domande presentate per i 500 posti disponibili, per un servizio diretto nelle zone terremotate volto ad aiutare persone e famiglie in difficoltà, fare doposcuola, organizzare attività di animazione, occuparsi di anziani e bambini.

La testimonzianza di alcuni dei ragazzi protagonisti dell'esperienza, il racconto delle loro motivazioni, dei luoghi e delle associazioni in cui sono impegnati, il senso della loro partecipazione aiuta a formare un quadro che descrive una scelta di cittadinanza attiva e consapevole.

Alcuni degli intervistati fanno parte dei 100 posti del servizio civile regionale finanziato con oltre 500mila euro dalla Regione e riservati a giovani comunitari e stranieri.

Di Ermanno Muolo

 

Trascrizione

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

Il terremoto a quanto pare non ha scosso solo tante terre e tante case, ma anche tante coscienze. Al bando straordinario per il servizio civile nelle zone terremotate per i 500 posti disponibili  hanno risposto 2847 giovani.

Anna Maria Pellegrino

Mi sono proprio sentita in dovere di farlo verso coloro che comunque sono stati più sfortunati.

Anwara Chowdhury

In genere noi ventenni siamo considerati un pochino svogliati, non abbiamo interesse verso le cose importanti, per la comunità.

Rossella Benedicenti

Questa è stata proprio l'occasione per dimostrare che i giovani in italia non è vero che hanno voglia di fare ma anzi ne hanno tanta e quando la loro terra ha bisogno ci sono.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

I giovani ci sono, e il servizio civile può essere anche un'opportunità, oltre che di fare del bene alla comunità, anche di mettere a frutto quanto si è studiato, guardando ad un domani lavorativo

Maddalena Mantovani

Io l'ho fatto perché da educatore professionale quale sono avevo voglia di spendermi in un contesto anche molto forte. Faccio parte a tutti gli effetti di una famiglia, di una casa famiglia riconosciuta come struttura e diciamo che ne condivido la quotidianità: dal far da mangiare, a star dietro i bimbi. Ti può senz'altro aprire le porte di un ipotetico mondo del lavoro ma è veramente una forma di servizio attivo che uno versa nei confronti del luogo nel quale vive.

Anna Maria Pellegrino

Io studio scienze sociali. Questa esperienza mi da l'opportunità di vedere come sarà il mio prossimo ambito lavorativo. Sono tra Novi e Rovereto, inizialmente a Rovereto presso l'oratorio giovanile, quindi bambini delle elementari e delle medie. E poi al CAS a raccogliere la domanda di autonoma sistemazione e attualmente qui ai container di Novi.

Rossella Benedicenti

La prima cosa che ho fatto è stata guardare tutti i progetti e appena ho visto che ce n'era uno disponibile promosso dall'AUSL di Modena ho pensato che fosse l'ideale per me perché era il luogo dove io forse potevo esprimermi meglio e mettere a frutto anche quello che ho studiato all'università. Andiamo nelle scuole a fare dei progetti e la cosa molto bella che a volte quegli stessi ragazzi ci raggiungono poi nei servizi per approfondire le tematiche che sono emerse durante gli incontri a scuola.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

Ma il servizio civile può anche essere un modo per trovare un equilibrio tra vita e lavoro

Giuditta, già volontaria del centro aiuto alla vita di Finale, incinta  all'ottavo mese durante il terremoto, con il servizio civile impara ad essere mamma insegnandolo ad altre mamme

Giuditta Frassoldati

Dopo il terremoto c'è stata una necessità molto grande che è stata quella di riorganizzare il centro. Si riparte aiutando gli altri, si aiuta anche se stessi, si vedono dei risultati quindi si ha la voglia di continuare. Il nostro centro non è un magazzino di distribuzione ma è un centro di aiuto alla vita in tutto e per tutto. Quindi anche un educazione, un aiuto e sopratutto noi siamo reperibili 24 ore su 24 per qualsiasi necessità.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

La regione emilia-romagna ha poi riservato 100 posti a giovani comunitari e stranieri e così il servizio civile diventa anche un modo per conoscere la propria comunità e da essa farsi conoscere.

Ermanno Muolo – Giornalista

Ormai in paese sei quasi famoso.

Tidiane Boundy Check

Non direi famoso, però, conosciuto un po' si. Mi trovo molto bene con i ragazzi e anche con i genitori. Con i ragazzi del paese tutto va benissimo. Faccio un po' di tutto: da giocare con i ragazzi, a gestire il bar e a volte porto i ragazzi ai campi estivi.

Nataisha Ifthakhar

È una nuova realtà ed è una bella cosa perché conosci nuova gente, conosci nuove culture e nuove cose. Quindi consiglio anche agli altri di farlo.

Anwara Chowdhury

Non è facile far vedere che una persona, anche se non è nata in quel posto, ha voglia di partecipare. Il giovedì le suore in genere distribuiscono queste sporte preparate e io cerco di aiutarle in questo lavoro. Non posso dire di fare chissà che cosa per queste persone però cerco di partecipare.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

Il servizio civile dunque: un anno di vita,  per migliorare la vita degli altri e la propria.

Rossella Benedicenti

Io sono molto contenta della scelta che ho fatto, è un modo anche per arricchirmi a livello personale.

Giuditta Frassoldati

Da veramente tanto come persona, fa crescere veramente tanto.

Maddalena Mantovani

Un'esperienza fortemente formativa anche per chi la fa non solo all'utenza alla quale ci si rivolge.

Anwara Chowdhury

Se uno vuole fare del volontariato, vuole aiutare la propria comunità questa è la strada giusta per poterlo fare.

Nataisha Ifthakhar

È un'esperienza bellissima, che mi ha fatto maturare, conoscere molte persone e mi ha fatto capire molte cose che prima non pensavo fossero così.

Tidiane Boundy Check

Una bella esperienza e non è solo per te ma anche per il tuo futuro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/11/11 10:19:29 GMT+1 ultima modifica 2018-03-15T17:00:15+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina