Sicurezza nei luoghi di lavoro

Enti e organizzazioni partecipanti

Il Comitato è presieduto dal Presidente della Giunta regionale (o da un Assessore delegato), prevede la partecipazione di rappresentanti degli Assessorati regionali competenti per le funzioni correlate e si compone, secondo una logica tripartita e paritetica, di rappresentanti territorialmente competenti:

  • dei Servizi di prevenzione e sicurezza sul lavoro negli ambienti di lavoro (SPSAL) delle Aziende USL,
  • dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa),
  • dei settori ispettivi delle Direzioni Regionali del Lavoro,
  • degli ispettorati regionali dei Vigili del Fuoco,
  • delle Agenzie territoriali dell’Istituto superiore per la sicurezza sul lavoro (ISPESL),
  • degli uffici periferici dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL),
  • degli uffici periferici dell’Istituto di previdenza per il settore marittimo (IPSEMA),
  • degli uffici periferici dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS),
  • dell’Associazione nazionale dei Comuni (ANCI),
  • dell’Unione province italiane (UPI),
  • degli uffici di sanità aerea e marittima del Ministero della salute, delle autorità marittime portuali ed aeroportuali.

Al Comitato partecipano inoltre otto rappresentanti, distribuiti in maniera paritetica tra le associazioni datoriali e sindacali più rappresentative a livello regionale.

Il D.P.C.M. del 21.12.07 prevede inoltre che il Comitato si riunisca almeno una volta ogni tre mesi e disciplina l’esercizio dei poteri sostitutivi, di cui all’art. 4 della L. 123/2007, nei casi di mancata costituzione del Comitato, reiterata mancata convocazione dello stesso nei termini fissati, inadempimento da parte degli organismi componenti il Comitato.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/13 15:35:26 GMT+1 ultima modifica 2018-12-13T15:35:26+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina