Semplificazione

Cronoprogramma attività 2012-2013

 

Cronoprogramma per singola linea di azione

Nel Documento del Tavolo permanente preparato per la Sessione di semplificazione 2012, gli interventi da affettuare (con riferimento alle sei diverse linee d'azione previste) sono stati calendarizzati.

La Giunta regionale, anche attraverso  il Nucleo tecnico regionale, struttura tecnica di supporto al processo di semplificazione, si assume nel cronoprogramma una serie di impegni stringenti:

ottobre 2012 (VI linea - Misure nel settore edilizio)

si ipotizza un intervento legislativo regionale per dare il necessario supporto normativo alle esigenze di accellerazione/semplificazione delle procedure urbanistico-edilizie connesse alla gestione della fase di ricostruzione post-terremoto;

ottobre 2012 (I linea  - Informatizzazione)

predisposizione di un Piano di intervento per la realizzazione degli obiettivi di informatizzazione ed interoperabilità della durata di 12 mesi  (vedi settembre 2013);

novembre 2012 (II linea - Analisi e valutazione procedimenti)

completamento della ricognizione dei procedimenti regionali (anche al fine della pubblicazione dell’anagrafe dei procedimenti prevista dal D.Lgs. 82/2005);

dicembre 2012 (IV linea - Misurazione oneri amministrativi)

- stima della numerosità annua degli adempimenti analizzati significativa a livello nazionale e regionale
- stima sui costi e sui tempi associati agli adempimenti significativi a livello nazionale e indicazioni sull’ordine di grandezza degli oneri e dei tempi a livello regionale;
- quadro dettagliato della concreta conformazione delle procedure analizzate con indicazione dei principali elementi di differenziazione a livello comunale e delle criticità rilevanti;
- confronto tra le procedure adottate nelle diverse Regioni e individuazione delle best practices in ordine ad alcune dimensioni rilevanti dal punto di vista dei destinatari delle norme (modulistica, modalità di trasmissione delle istanze, ecc.);

gennaio 2013 (VI linea - Misure nel settore edilizio)

tutte le stazioni appaltanti della Regione Emilia-Romagna riceveranno il Documento unico di regolarità contributiva (DURC) esclusivamente tramite posta elettronica certificata sia per i lavori pubblici che per forniture di beni e servizi;

gennaio 2013 (II linea - Analisi e valutazione procedimenti)

completamento dell’analisi dei procedimenti regionali al fine di considerare l'eventualità di  rivedere la normativa generale regionale in materia di procedimento e/o di adeguare i procedimenti di settore alle esigenze di efficacia e semplificazione, anche espresse dal Tavolo permanente per la semplificazione, con interventi di carattere legislativo o sub legislativo che si rendessero necessari alla luce delle attività di analisi e valutazione dei procedimenti (AVP);

febbraio 2013 (II linea - Analisi e valutazione procedimenti)

definizione della metodologia e degli strumenti per la rilevazione dei procedimenti di livello locale attinenti ai settori definiti prioritari dal Tavolo permanente per la semplificazione e avvio della relativa ricognizione;

marzo 2013 (VI linea - Misure nel settore edilizio)

completamento del progetto di dematerializzazione del documento unico di regolarità contributiva: richiesta e ricezione del DURC tramite l'uso di porte di dominio;

giugno 2013 (III linea - Monitoraggio impatto regolamentazione)

sarà presentata una relazione sulle attività svolte attraverso l’impiego degli strumenti di analisi e valutazione (AIR, VIR, ATN) dei quali Giunta e Assemblea già si stanno dotando in applicazione di apposite norme statutarie. Tale attività consentirà di adottare in maniera più incisiva le misure previste dalla l.r. n. 18/2011;

giugno 2013 (V linea - Archivio best practice)

pubblicazione sul sito web http://autonomie.regione.emiliaromagna.it/semplificazione dell’archivio delle migliori pratiche amministrative poste in essere dagli Enti locali emiliano-romagnoli;

settembre 2013 (II linea - Analisi e valutazione procedimenti)

analisi e valutazione dei procedimenti degli enti locali (AVP) sulla base della ricognizione, al fine di proporre eventuali misure di semplificazione, tenuto conto anche degli esiti delle attività del Tavolo istituzionale nazionale;

settembre 2013 (I linea  - Informatizzazione)

Identità Digitale: tutti i servizi on line realizzati dalla Regione sono fruibili utilizzando le medesime credenziali di accesso. Tutti i sistemi espongono servizi di autenticazione federata. Il cittadino accede con una sola credenziale

Dematerializzazione: tutti gli scambi documentali fra Direzioni e Servizi della RER e fra RER ed EE.LL, ASL, ARPA, …. avvengono in modo telematico e nel rispetto di una corretta gestione documentale digitale (Protocollo Interoperabile, PEC, etc…);

Dematerializzazione: il DURC, acquisito in digitale e correttamente archiviato, è valido, entro il periodo di validità, per qualunque contratto della Regione ed per i relativi adempimenti contrattuali, semplificando l’iter amministrativo per le imprese e velocizzando i tempi di pagamento dei fornitori;

Decertificazione: tutte le applicazioni ed i servizi che trattano dati anagrafici delle imprese accedono all’anagrafe delle imprese (sistema Parix). Il dato dell’impresa non può più essere richiesto ed imputato;

Decertificazione: almeno il 50% dei Comuni si attivano sul sistema ANA–CNER e rendono disponibile la propria anagrafe per le visure d’ufficio;

dicembre 2013 (VI linea - Misure nel settore edilizio)

realizzazione del prototipo del sistema integrato per l’edilizia – S.I.ED.ER. il cui completamento è previsto per la fine del 2014.

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/10/03 08:15:00 GMT+1 ultima modifica 2016-01-12T11:30:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina