Sezioni

Stefano Bonaccini

Presidente della Regione Emilia-Romagna

Edilizia scolastica. Altri 110 milioni di euro per quasi 300 nuovi interventi di riqualificazione, messa in sicurezza, adeguamento sismico degli istituti dell’Emilia-Romagna e la costruzione di nuove scuole

La Regione assegna ai territori 94,2 milioni stanziati dal ministero più 15 milioni dal nuovo mutuo Bei. L’elenco delle opere e dei fondi per ciascuna provincia

29/12/2017 14:37

Bologna - Quasi 110 milioni di euro per circa 300 nuovi interventi di riqualificazione, messa in sicurezza e adeguamento sismico delle scuole dell’Emilia-Romagna, oltre alla realizzazione di interventi straordinari di ampliamento, miglioramento e la costruzione di nuovi edifici scolastici, fino ai lavori su solai e controsoffitti laddove necessario.

La Giunta regionale ha infatti deciso la ripartizione fra le Province a la Città metropolitana di Bologna di 94,2 milioni destinati all’Emilia-Romagna dal ministero dell’Istruzione nell’ambito di un finanziamento complessivo di oltre 1 miliardo di euro per l’edilizia scolastica. In particolare, le linee di finanziamento sono due: 86,2 milioni per gli interventi di adeguamento, miglioramento sismico, ampliamento e nuove costruzioni di edifici scolastici; 8 milioni per gli interventi di messa in sicurezza resisi necessari a seguito delle indagini diagnostiche su solai e controsoffitti. Alle risorse messe a disposizione dal ministero si potrà aggiungere l’eventuale cofinanziamento degli enti proprietari delle scuole, cioè Comuni e Province. In totale, sono 233 gli interventi già previsti nei territori (vedi elenco allegato).

A questi vanno aggiunti 15,4 milioni derivanti dal nuovo mutuo Bei (Banca europea degli investimenti), per altri 62 interventi, perfezionato in questi giorni (vedi elenco allegato).

Ad annunciarlo è stato oggi, nel consueto incontro di fine anno con i giornalisti, il presidente della Regione.
Il presidente ha sottolineato - anche grazie l’ottimo lavoro svolto dall’assessato regionale alla Scuola -  l’ulteriore, straordinario investimento che, tra fondi Bei e del Governo, permetterà di avere su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna edifici sempre più belli e sicuri. Al tempo, verrà dato nuovo ossigeno al mondo del lavoro e delle imprese, soprattutto quelle medio-piccole e del settore edilizio, che più di altri ha risentito della crisi. Non solo, perché nel 2018, grazie agli investimenti messi in campo, altre 1.000 scuole dell’Emilia-Romagna avranno la banda ultra larga, perché, come è stato detto sin dall’inizio, l’obiettivo è far sì che entro il 2020 tutti i 331 comuni della regione, e a maggior ragione tutti gli edifici scolastici, siano coperti da banda ultra larga.

Questa la suddivisione delle risorse e degli interventi per Provincia:

Città Metropolitana di Bologna: 21 milioni 195.700 euro per 49 interventi

Provincia Ferrara: 5 milioni 501.755 euro per 28 interventi

Provincia Forlì-Cesena: 17 milioni 496.993 euro per 32 interventi

Provincia Modena: 13 milioni 617.524 euro per 44 interventi

Provincia Parma: 6 milioni 489.861 euro per 32 interventi

Provincia Piacenza: 13 milioni 229.275 euro per 22 interventi

Provincia Ravenna: 7 milioni 7.480 euro per 32 interventi

Provincia Reggio Emilia: 17 milioni 999.785 euro per 37 interventi

Provincia Rimini: 7 milioni 74.941 euro per 19 interventi

(In allegato, le schede con gli interventi suddivisi per provincia)

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/12/29 16:10:00 GMT+2 ultima modifica 2015-01-08T12:38:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?