Terremoto, la ricostruzione

Domande e risposte sull'utilizzo dell'applicativo Sfinge

Aggiornate al 14 gennaio 2013

 


E’ disponibile una guida per l’utilizzo del sistema Sfinge?

Nella sezione “Documentazione” sono disponibili e scaricabili l’introduzione all’utilizzo del sistema sfinge (istruzioni per l’utilizzo della procedura) e i manuali specifici per tipologia di domanda (istruzioni per la compilazione della domanda).

Perché il sistema sfinge non mi permette di accedere con le credenziali ricevute?

Al primo accesso è necessario modificare la password ricevuta tramite e-mail a seguito della registrazione, con una password personalizzata.

Come posso recuperare le credenziali smarrite?

Per recuperare le credenziali smarrite è necessario utilizzare la procedura informatica di recupero “Hai dimenticato la password?” selezionando dalla lista a tendina una delle seguenti opzioni: codice utente e nome utente oppure codice utente e indirizzo di posta elettronica dell’utente.

Come posso eliminare una domanda che ho creato per errore?

La procedura informatica non permette di eliminare le domande create, che rimangono visibili nella sezione “elenco domande” dell’utente. E’ necessario quindi procedere alla creazione di una nuova domanda inserendo le informazioni corrette.

Posso modificare i dati inseriti nella sezione formulario dopo averla validata?

No, la procedura informatica non permette di apportare modifiche alla sezione “Formulario” dopo la validazione dei dati inseriti, in quanto determina le informazioni che il sistema rende disponibili nelle sezioni successive.

Quali informazioni devo inserire nella sezione SICO?

La procedura informatica prevede l’inserimento del Protocollo SICO, ossia gli estremi della notifica preliminare effettuata tramite il Sistema Informativo Costruzioni www.progettosico.it.

Quali caratteristiche devono avere i file da caricare a sistema?

Il sistema Sfinge permette di caricare nelle sezioni dedicate, singoli file di tipo .zip, .jpeg, .pdf di dimensioni non superiori a 10 Mb.
In corrispondenza di ciascuna tipologia di documento è possibile caricare uno o più file.

In cosa consiste la firma digitale della domanda e della carta d’identità?

Per un esito positivo dell'operazione di validazione della domanda è necessario firmare digitalmente il pdf e la carta di identità tramite una carta CNS dotata oltre che di un certificato di autenticazione (così come previsto dalla normativa sulla CNS) anche di un certificato di firma non ripudiabile. Un esempio di supporto non compatibile è la carta di identità elettronica, che pur essendo secondo la normativa una carta CNS, non contiene un certificato di firma non ripudiabile.

Perché il sistema non mi permette di caricare il file pdf della domanda firmato digitalmente?

Il file della domanda firmato digitalmente deve essere identico a quello generato dal sistema e quindi il file non deve essere rinominato o modificato.

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/01/2013 — ultima modifica 21/01/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it