Coronavirus. Test sierologici, pronto il Piano della Regione

Con la delibera di oggi abbiamo messo ordine nel piano epidemiologico della Regione Emilia-Romagna sui test sierologici. Innanzitutto affermando una volta per tutte che la diagnosi per il COVID-19 si effettua ancora con il tampone nasofaringeo. Di questi noi ne facciamo 5000 al giorno, arriveremo a maggio a farne 10.000 al giorno e ci stiamo attrezzando con degli investimenti importanti per arrivare in autunno almeno a triplicare la potenza di questi giorni, quindi almeno 15.000 tamponi al giorno.

Nel frattempo la Regione avviato per prima in Italia un’indagine epidemiologica sui test sierologici, che sono il cosiddetto pungi-dito e l’esame ematico, per la ricerca di anticorpi più recenti o più antichi che attestino il passaggio nel nostro organismo dell’infezione da Covid, per svolgere un’indagine sul larga scala.

Abbiamo già testato 80.000 tra professionisti della sanità, forze dell’ordine, protezione civile e faremo altri giri da qui a fine giugno. Partiranno campagne di test a tappeto a Piacenza, a Medicina e a Rimini e poi abbiamo accreditato una quarantina, ma ne faremo ancora, di laboratori privati il cui procedimento diagnostico per quel che riguarda il test sierologico ci sembra affidabile, e a questi potranno rivolgersi naturalmente le aziende e i privati cittadini, i quali però dovranno avere la ricetta bianca del proprio medico di fiducia, in particolare del medico di medicina generale.

Perché questo? Perché i medici? Perché è giusto dare ai cittadini l’informazione giusta. Perché se un cittadino dovesse avere diritto al tampone perché sintomatico, il medico di medicina generale sarebbe in grado di indirizzarlo in questo senso. Oppure se la ragione per la quale chiedesse il sui test sierologico non si configurasse come appropriata, il medico potrebbe indirizzarlo nel migliore dei modi.

Con questa nostra delibera, con il fatto che oggi abbiamo messo ordine in questa materia, proseguiremo questa nostra indagine epidemiologica con l’obiettivo di arrivare da qui a fine giugno ad aver testato almeno il 10% della popolazione dell’Emilia-Romagna.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/11 19:41:00 GMT+2 ultima modifica 2020-05-14T17:01:42+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina