Sicurezza nei luoghi di lavoro

Coronavirus, le nuove regole condivise per la sicurezza nei cantieri

Il documento, condiviso con le parti sociali del settore, è aggiornato sulla base del Protocollo relativo a tutti i settori

Alla luce del nuovo Protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro siglato il 24 aprile 2020 (pdf, 5.61 MB) e che integra il precedente Protocollo del 14 marzo 2020 (pdf, 485.04 KB), il MIT e il Ministero del Lavoro hanno condiviso con le parti sociali dell’edilizia un ulteriore protocollo di settore in grado di tener conto della specificità delle attività svolte nei cantieri delle costruzioni.

Il Protocollo contiene indicazioni operative per aumentare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento dell’epidemia in tutti i cantieri per i lavoratori, ma le estende anche ai titolari del cantiere, ai subappaltatori ed ai subfornitori.

Si impone di sospendere le lavorazioni che possono essere svolte attraverso una riorganizzazione delle fasi eseguite in tempi successivi senza compromettere le opere realizzate, di garantire un piano di turnazione dei dipendenti dedicati alla produzione allo scopo di diminuire i contatti e di creare gruppi autonomi, distinti e riconoscibili. Gli spostamenti all’interno ed all’esterno del cantiere sono limitati e l’accesso agli spazi comuni contingentato anche mediante la riorganizzazione delle lavorazioni e degli orari del cantiere.

In merito ai dispositivi di protezione individuale (DPI), essi sono necessari qualora sia indispensabile lavorare a distanza inferiore ad un metro e non siano possibili altre misure organizzative. In assenza di idonei DPI le lavorazioni dovranno essere sospese.  Il coordinatore per la sicurezza nell’esecuzione dei lavori, ove nominato ai sensi del D.Lgs. 81/08 e smi (pdf, 15.96 MB), provvede ad integrare il piano di sicurezza e di coordinamento e la relativa stima dei costi con tutti i dispositivi di protezione ritenuti necessari. I committenti, attraverso i coordinatori, verificano affinché siano adottate le misure anti-contagio relative ad informazione, modalità di accesso dei fornitori esterni ai cantieri, pulizia e sanificazione nel cantiere, precauzioni igieniche personali, dispositivi di protezione individuali, gestione degli spazi comuni, organizzazione del cantiere, gestione di una persona sintomatica in cantiere, sorveglianza sanitaria/medico competente/RLS o RLST, aggiornamento del protocollo di regolamentazione.

Per approfondire:

Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ANCI, UPI, Anas S.p.A, RFI, ANCE, Alleanze delle Cooperative, Feneal Uil, Filca CISL, FILLEA CGIL, Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nei cantieri (pdf, 221.08 KB), siglato il 24.04.2020

Scheda “regole per il contenimento della diffusione del COVID-19 nei cantieri – fase 2” (pdf, 93.56 KB)

Leggi, Decreti e altri atti rilevanti per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/27 13:40:18 GMT+2 ultima modifica 2020-04-27T13:40:18+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina