Sicurezza nei luoghi di lavoro

Bonifica dei materiali contenenti amianto in matrice friabile

Anno 2018

Committente: Inail - Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici

Autori: F. Paglietti, S. Malinconico, S. Bellagamba, P. De Simone, C. Massaro, D. Taddei, I. Lonigro

Curatori: Carlo De Petris

Riferimento al territorio dell’Emilia-Romagna: Si

Riferimento al settore costruzioni: Si

Target principale: L’articolo è rivolto a tutti gli attori del processo del settore delle costruzioni interessati alla tutela della salute negli ambienti di vita e di lavoro e smaltimento dei rifiuti in tema di amianto.

Contenuti principali:

L’Italia, in passato, è stata tra i maggiori produttori mondiali di amianto e di materiali contenenti amianto (MCA). In particolare la scheda tratta l’identificazione dei MCA in matrice friabile, la bonifica dei MCA in matrice friabile con rimozione o confinamento (installazione di una barriera a tenuta di polvere che separi le aree in bonifica dal resto dell’edificio), dei dispositivi di protezione e misure di sicurezza, della gestione dei rifiuti e dell’unità di decontaminazione materiali (UDM).

I riferimenti normativi sono:

Legge 27 marzo 1992, n. 257 - Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto;

d.m. 06/09/1994 Normative e metodologie tecniche per la cessazione dell’amianto;

d.lgs. 81/2008 Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Per approfondimenti si rimanda al documento:

Inail, Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamento antropici, La bonifica dei materiali contenenti amianto in matrice friabile (pdf, 402.92 KB), 2018

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina