Sede di Roma

Politiche per l’internazionalizzazione e per l’attrazione degli investimenti

La Conferenza delle Regioni ha avviato un confronto con il ministro degli Esteri, Di Maio, sulle sinergie fra il livello nazionale e regionale

La Conferenza delle Regioni del 27 luglio 2020 ha incontrato in videoconferenza il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, per avviare un confronto sulle politiche per l’internazionalizzazione e per l’attrazione degli investimenti.

Un'ulteriore occasione di approfondimento con il ministero dopo che l'8 giugno alla Farnesina Governo e Conferenza delle Regioni hanno sottoscritto il Patto per l’Export e condiviso le linee strategiche in materia di sostegno all’internazionalizzazione del sistema produttivo, alla luce dell’attuale contingenza economica e sanitaria. Il Patto per l'Export prevede sei pilastri (campagne di comunicazione; promozione integrata; formazione e informazione; e-commerce; sistema fieristico; finanza), strategici per il paese e per la sua ripresa e stanzia risorse pari a circa 1,4 mld di euro, ripartite su ciascun pilastro. 

Nel corso della Conferenza delle Regioni del 27 luglio si è fatto un ulteriore passo in avanti condividendo la necessità di dedicare attenzione e risorse alle infrastrutture digitali e al recupero dei ritardi accumulati sulla banda ultralarga. La Conferenza delle Regioni ha, inoltre, chiesto che venga dedicata attenzione, ma anche risorse, al sistema fieristico, settore strategicamente rilevante per le regioni. A tal riguardo il ministro ha anticipato che il 31 luglio sarà emanato un decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri (dpcm) che ripristina lo svolgimento di fiere in presenza, come atteso dagli operatori, e che saranno realizzate anche delle fiere virtuali con il supporto di una piattaforma digitale predisposta ad hoc dal ministero.

La Conferenza ha chiesto al ministro di rafforzare la governance per le politiche di attrazione di investimenti esteri prevedendo il lavoro delle istituzioni dedicate e delle regioni, anche attraverso i protocolli siglati a livello territoriale con l'Istituto commercio con l'estero (Ice).

La Conferenza ha presentato al ministro quattro proposte operative:

  • L'istituzione di un Tavolo di Coordinamento permanente in materia di internazionalizzazione per tradurre in programmi operativi gli indirizzi assunti in sede di Cabina di regia per l’Italia internazionale;

  • la ripresa dell’Accordo di programma Ice-Regioni, da trasformare in un Accordo Quadro Ministero-Regioni per definire ogni anno programmi di lavoro comune".

  • la conferma dell’attuale Governance unitaria che trova sintesi nella task force Conferenza Regioni-MISE-MAECI-ICE;

  • il prosieguo della collaborazione ICE-Regioni anche mediante la valorizzazione dello strumento dei protocolli di intesa con le singole Regioni;

  • la presenza di una rappresentanza della Conferenza delle Regioni nel Consiglio di Amministrazione dell’ICE".

Infine, per dare attuazione al pilastro formazione-informazione del Patto per l'Export, tra il 31 agosto ed il 18 settembre 2020 saranno avviati 10 roadshow virtuali in cui rappresentanti del MAECI, delle Regioni, di Agenzia ICE, di SACE SIMEST e di Unioncamere illustreranno alle pmi la strategia di sostegno pubblico a quelle imprese che operano o intendono inserirsi nei mercati internazionali anche con il contributo di risorse straordinarie messe a disposizione dal Governo.

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/28 17:34:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-29T16:47:48+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina