Sede di Roma

Accordo Governo Regioni sulla Cassa Integrazione in deroga

Individuata una norma di semplificazione da inserire nel Decreto Rilancio

Governo e Regioni hanno trovato un'intesa politica sulla gestione della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (Cigd). Nei giorni scorsi la gestione dell'istituto aveva causato non pochi problemi per la mole di domande giunte alle amministrazioni regionali che sono titolate alla concessione dei trattamento attraverso determine.

L'accordo raggiunto consente di semplificare il percorso e ridurre i tempi di erogazione delle risorse per le imprese. Governo e Regioni, infatti, hanno convenuto sull'opportunità di inserire nel Decreto Rilancio di maggio una norma che elimini i passaggi superflui che portano, solitamente, all'erogazione dell'assegno in 4 o 5 mesi. Tempi considerati eccessivi per la fase emergenziale in cui ci troviamo.

Pertanto, proprio in considerazione delle conseguenze sull'occupazione del blocco totale delle attività produttive nella fase dl lockdown, si è concordato di stabilire una relazione diretta tra Inps ed imprese richiedenti, tempi certi di erogazione del trattamento (15 giorni) e anticipo del 40% dell'assegno.

L'accordo giunge al termine di una fase serrata di interlocuzioni e confronti anche aspri sull'attribuzione delle responsabilità per i ritardi delle procedure che hanno portato la Conferenza delle Regioni a trasmettere un ordine del giorno al Governo per stigmatizzare le accuse rivolte da Inps alle amministrazioni regionali.

Ora, con l'individuazione della norma, si è ristabilito il principio della collaborazione interistituzionale per la soluzione ai problemi delle imprese in difficoltà.

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/15 13:24:00 GMT+2 ultima modifica 2020-06-08T15:21:43+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina