Sede di Roma

News parlamentari del 25 luglio 2023

Monitoraggio dei lavori del Parlamento e del Governo

consiglio.jpg

DAL GOVERNO

      DISCIPLINA DELLA PROFESSIONE DI GUIDA TURISTICA

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge che introduce una nuova disciplina della professione di guida turistica. Il testo è finalizzato a creare un ordinamento professionale univoco delle guide turistiche, regolamentandone i principi fondamentali e definendo uno standard omogeneo dei livelli della prestazione per tutto il territorio nazionale, parimenti rafforzando il contrasto all’abusivismo. Allo scopo, la misura prevede:

      • il superamento di un esame di abilitazione nazionale come requisito per l’esercizio della professione di guida turistica, indetto dal Ministero del turismo con cadenza almeno annuale, consistente in una prova scritta, una orale e una tecnico-pratica;
      • l’istituzione di un elenco nazionale delle guide turistiche, l’iscrizione al quale è condizione necessaria per svolgere l’attività di guida turistica (fatti salvi coloro i quali esercitano la professione su base temporanea e occasionale o coloro che svolgono visite straordinarie e gratuite presso siti non qualificabili come istituti e luoghi della cultura aperti al pubblico);
      • l’attribuzione di uno specifico codice Ateco, da parte dell’Istat, per definire una specifica classificazione delle attività inerenti alla professione di guida turistica;
      • la possibilità, per le guide turistiche, di conseguire ulteriori specializzazioni tematiche e territoriali e l’obbligo di aggiornamento professionale;
      • le sanzioni da applicare in caso di esercizio abusivo della professione e di avvalimento di soggetti non iscritti nell’elenco nazionale per lo svolgimento di visite guidate.

      PIANO STRATEGICO DEL TURISMO 2023-2027

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato il Piano strategico del turismo (Pst), inerente al periodo 2023-2027. Il documento formalizza la visione industriale del settore, basata su obiettivi, cronoprogramma e misurazione dei risultati, snodandosi lungo cinque pilastri strategici: governance, innovazione, qualità e inclusione, formazione e carriere professionali turistiche, sostenibilità. La metodologia di realizzazione del Pst ruota intorno a tre elementi fondamentali: il ruolo delle Regioni, nell’ambito di un modello permanente e condiviso di governance e monitoraggio Stato-Regioni; il ruolo del Tourism Digital Hub, ossia la piattaforma web multicanale dedicata alla gestione integrata e unitaria di tutta l’offerta turistico-ricettiva nazionale; il ruolo della comunicazione, in un’ottica partecipativa e condivisa con i portatori d’interesse. Sarà anche attivato un sistema di ascolto dei territori per raccogliere le progettualità che provengono dalle realtà locali.

      GARANTE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che, in attuazione della legge 22 dicembre 2021, n. 227, istituisce il Garante nazionale dei diritti delle persone con disabilità. Il provvedimento rientra in un vasto programma di riforme che, a partire dalla Riforma 1.1 della Missione 5, Componente 2, del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), prevede l’attuazione della “legge quadro per le disabilità”.

      Il testo recepisce le proposte elaborate da una Commissione di studio redigente e si pone come finalità principale l'istituzione di un organismo indipendente di garanzia omogeneo, quanto a struttura e competenze, alle Autorità garanti già attive nell'ordinamento, il cui compito è promuovere e tutelare i diritti umani e contrastare i fenomeni di discriminazione. Il Garante ha sede in Roma e costituisce un’articolazione del sistema nazionale preposto a dare attuazione all’articolo 33 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, le situazioni giuridiche soggettive delle persone con disabilità e svolge, tra le altre, le seguenti funzioni:

      • promuove e vigila sul rispetto dei diritti e delle norme dettate dalla Convenzione ONU, dagli accordi internazionali, dalla Costituzione, dalle leggi e dalle altre fonti subordinate in materia; 
      • contrasta i fenomeni di discriminazione diretta e indiretta o di molestie in ragione della condizione di disabilità;   
      • raccoglie segnalazioni provenienti dalle persone con disabilità, da chi le rappresenta, dai familiari e dalle associazioni;
      • richiede alle amministrazioni e ai concessionari di pubblici servizi di fornire informazioni o documenti necessari all’esercizio delle funzioni di competenza;
      • svolge verifiche, d’ufficio o a seguito di segnalazione, sull’esistenza di fenomeni discriminatori;
      • visita, tra le altre, le strutture che erogano servizi pubblici essenziali, con possibilità di svolgere nel corso delle visite stesse colloqui riservati con le persone con disabilità e con le persone che possano fornire informazioni rilevanti;
      • formula raccomandazioni e pareri alle amministrazioni e ai concessionari pubblici, sollecitando o proponendo interventi, misure o accomodamenti ragionevoli idonei a superare le criticità riscontrate;
      • agisce e resiste in giudizio a difesa delle proprie prerogative;
      • promuove campagne di sensibilizzazione e comunicazione, progetti e azioni positive, in particola nelle istituzioni scolastiche, in collaborazione con le amministrazioni competenti per materia.

      Si tratta di un organo collegiale composto da Presidente e da due componenti, in possesso di notoria indipendenza, specifica e comprovata professionalità, comprovata conoscenza, competenza ed esperienza nel campo della tutela dei diritti umani e in materia di contrasto delle forme di discriminazione nei confronti delle persone con disabilità. Il presidente e i componenti del collegio sono nominati con determinazione assunta d'intesa dai Presidenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, previo parere favorevole delle Commissioni parlamentari competenti espresso a maggioranza dei due terzi. La durata dell'incarico è stabilita in quattro anni, rinnovabile esclusivamente per una sola volta. Si individua il regime di incompatibilità, che concerne sia un lasso temporale antecedente alla nomina (c.d. “incompatibilità in entrata”) sia un periodo successivo alla scadenza del mandato (c.d. “incompatibilità in uscita”), allo scopo di assicurare le più elevate garanzie di autonomia e indipendenza. È inoltre sancito il principio di esclusività che impedisce ai membri del garante di assumere altri incarichi nel corso dell’espletamento del mandato.

      PRESTATORI DI SERVIZI DI PAGAMENTO

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo di attuazione della direttiva (UE) 2020/284 del Consiglio del 18 febbraio 2020 che modifica la direttiva 2006/112/CE per quanto riguarda l’introduzione di taluni obblighi per i prestatori di servizi di pagamento. Il testo ha lo scopo di impedire comportamenti fraudolenti nell’assolvimento dell’IVA nelle vendite di beni o servizi a consumatori finali localizzati in Paesi membri diversi da quello del venditore (localizzato in altro Paese membro o in un Paese terzo). Le nuove norme:

      • sanciscono l’obbligo, a carico dei prestatori dei servizi di pagamento (PSP), di conservare i dati riguardanti i beneficiari dei pagamenti delle transazioni tra Paesi dell’UE o tra questi e i Paesi terzi (acquisti transfrontalieri); 
      • stabiliscono che i PSP devono trasmettere i dati in loro possesso all’Agenzia delle entrate la quale, a sua volta, li inserisce nel sistema elettronico centrale di informazioni sui pagamenti (CESOP) al fine di consentire i necessari incroci in ambito UE per contrastare le frodi IVA negli acquisti transfrontalieri. 

      In merito alle sanzioni applicabili nei casi di violazione degli obblighi a carico dei PSP, si applicano le norme del decreto legislativo n. 471 del 1997, relative alle fattispecie di omessa o irregolare conservazione della documentazione fiscale e di omessa o irregolare trasmissione della documentazione richiesta dall’amministrazione finanziaria.

      REGIMI CONCESSORI DI BENI PUBBLICI

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo di Attuazione della delega di cui all’articolo 2 della legge 5 agosto 2022, n. 118, per la mappatura e la trasparenza dei regimi concessori di beni pubblici. Al fine di promuovere la massima pubblicità e trasparenza dei principali dati e delle informazioni relativi alle concessioni di beni pubblici, il decreto dispone la costituzione di un sistema informativo di rilevazione delle concessioni, denominato SICONBEP e garantisce il coordinamento e l’interoperabilità con gli altri sistemi informativi esistenti in materia. La rilevazione comprende tutti i beni appartenenti al demanio e al patrimonio indisponibile di cui agli articoli 822 e seguenti del Codice Civile che formano oggetto di atti, contratti e convenzioni che comportano l’attribuzione a soggetti privati o pubblici dell’utilizzo in via esclusiva di tali beni. Il testo tiene conto dei pareri espressi dal Garante per la protezione dei dati personali e dalla Conferenza unificata.

      CONTRASTO ALLA DIFFUSIONE DI CONTENUTI TERRORISTICI ONLINE

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo di adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2021/784, relativo al contrasto della diffusione di contenuti terroristici online. Il testo tiene conto dei pareri espressi dalle competenti Commissioni parlamentari.

      INGRESSO E SOGGIORNO DI CITTADINI STRANIERI ALTAMENTE QUALIFICATI

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo di attuazione della direttiva (UE) 2021/1883 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 ottobre 2021, sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei cittadini di paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati, e che abroga la direttiva 2009/50/CE del Consiglio. La direttiva promuove un regime più attrattivo ed efficace per i lavoratori altamente qualificati provenienti da Paesi terzi, ampliando l’ambito di applicazione soggettiva e prevedendo procedure più rapide, criteri di ammissione flessibili e inclusivi, al fine di favorire una mobilità più agevole all’interno dell’Unione. In particolare, tra le principali modifiche introdotte, si segnalano:

      • la possibilità di rilasciare la carta blu UE anche ai lavoratori stagionali in possesso dei requisiti richiesti per i lavori altamente qualificati, considerati quindi al di fuori delle quote massime di stranieri da ammettere nel territorio dello Stato per lavoro subordinato;
      • la facilitazione per l’ingresso di dirigenti e specialisti operanti nei servizi delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione;
      • la promozione dell’imprenditorialità innovativa, consentendo ai cittadini stranieri con carta blu UE la possibilità di esercitare un’attività autonoma in parallelo a quella di lavoro subordinato;
      • condizioni più favorevoli per il ricongiungimento familiare e per l’accesso al mercato del lavoro del coniuge e dei familiari del richiedente la carta blu UE.

      ABROGAZIONE DI NORME PREREPUBBLICANE RELATIVE AL PERIODO 1891-1920

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un disegno di legge relativo all’abrogazione di norme prerepubblicane relative al periodo 1891-1920. Il testo elimina dall’ordinamento 9.924 regi decreti, al fine di migliorare la qualità della regolazione e garantire la certezza del diritto.

      RAPPRESENTANZA MILITARE E STRUMENTO MILITARE

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, due decreti legislativi relativi alla rappresentanza militare e allo strumento militare:

      • Disposizioni per il riassetto della legge 28 aprile 2022, n. 46, nel Codice di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, e per il coordinamento normativo delle ulteriori disposizioni legislative che disciplinano gli Istituti della rappresentanza militare, ai sensi dell’articolo 16, comma 1, lettere a), b) e c), della medesima legge n. 46 del 2022 (decreto legislativo – esame preliminare);
      • Disposizioni in materia di revisione dello strumento militare, ai sensi dell’articolo 9, comma 1, lettere a) e c), della legge 5 agosto 2022, n. 119 (decreto legislativo – esame preliminare).

      CIRCOLAZIONE DI PROVA DEI VEICOLI

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente della Repubblica, che introduce modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 2001, n. 474, in materia di semplificazione del procedimento di autorizzazione alla circolazione di prova dei veicoli. Il testo, tra l’altro, prevede che l’autorizzazione alla circolazione di prova sia rilasciata, per la circolazione su strada, sia per i veicoli non ancora immatricolati, sia per i veicoli già immatricolati, anche se privi di revisione in corso di validità, e che il numero di autorizzazioni alla circolazione di prova rilasciabili ad ogni titolare sia contingentato in ragione del tipo di attività esercitata e del numero di addetti dei quali dispone. Inoltre, si semplificano i procedimenti di rilascio, rinnovo e revoca dell’autorizzazione alla circolazione di prova, che saranno gestiti esclusivamente in via telematica.

      MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

      Lunedì 17 luglio il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giorgia Meloni e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Marina Calderone, ha approvato, in secondo esame preliminare, il regolamento relativo ai compiti del Ministero in materia di minori stranieri non accompagnati, ai sensi dell’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400 (decreto del Presidente della Repubblica). Sul testo sono stati sentiti il Garante per la protezione dei dati personali e l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, è stato acquisito il parere della Conferenza unificata, è stato udito il parere della sezione consultiva per gli atti normativi del Consiglio di Stato e saranno acquisiti i pareri delle competenti Commissioni parlamentari.

      DELEGHE LEGISLATIVE 

      Giovedì 20 luglio il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge recante disposizioni in materia di associazioni professionali a carattere sindacale tra militari e di revisione dello strumento militare nazionale, nonché di termini legislativi.  Per la parte relativa alla difesa il testo consente al Governo di esercitare le deleghe legislative recate:

      • dall’articolo 9, comma 15 della legge n. 46 del 2022, in materia di definizione delle limitazioni all’esercizio delle libertà sindacali per il personale militare impiegato in attività operativa, addestrativa, formativa ed esercitativa, anche fuori del territorio nazionale, inquadrato in contingenti o a bordo di unità navali ovvero distaccato individualmente.
      • dall’articolo 9, comma 1, lettere b), d), e), f), g) e h) della legge n. 119 del 2022, in materia di revisione dello strumento militare nazionale, in scadenza il prossimo 28 agosto 2023. 

      Senato

      DAL SENATO 

        DANNEGGIAMENTO BENI CULTURALI E ARTISTICI

        Martedì 11 luglio, con 85 voti favorevoli e 53 contrari, L'Assemblea ha approvato il ddl n. 693, adottato come testo base, e congiunti, in materia di danneggiamento dei beni culturali e, nel testo come modificato dalla Commissione Giustizia. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera dei deputati.

        ISTITUZIONE DEL MUSEO DELLA SHOAH IN ROMA

        Martedì 11 luglio l'Aula ha approvato all'unanimità il ddl n. 614 sull'istituzione del Museo della Shoah a Roma di iniziativa governativa, nel testo formulato dalla Commissione Cultura e Istruzione.

        CONTENUTI TUTELATI DAL DIRITTO D'AUTORE IN RETE

        Mercoledì 12 luglio, l'Assemblea ha approvato definitivamente, all'unanimità, il ddl n.621 sulla prevenzione e repressione della diffusione illecita di contenuti tutelati dal diritto d'autore mediante le reti di comunicazione elettronica, con conseguente assorbimento del disegno di legge n. 627.

        AGRICOLTORE CUSTODE DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO

        Mercoledì 12 luglio, l'Assemblea ha approvato il ddl n. 17, sul riconoscimento della figura dell'agricoltore come custode dell'ambiente e del territorio e sull'istituzione della Giornata nazionale dell'agricoltura, nel testo formulato dalla Commissione Industria e Agricoltura. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera dei Deputati.

        RIPRISTINO FESTIVITÀ NAZIONALE 4 NOVEMBRE

        Mercoledì 12 luglio, con 102 voti favorevoli, nessun contrario e 28 astensioni, l'Assemblea ha approvato il ddl nn. 170 e connessi, sull'istituzione della Giornata dell'Unità nazionale e delle Forze armate, nel testo formulato dalla Commissione Affari Costituzionali. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera.

        GIORNATA NAZIONALE PER IL DIRITTO AL DIVERTIMENTO IN SICUREZZA

        Mercoledì 12 luglio, con 144 voti favorevoli, nessuno contrario e 4 astenuti, l'Assemblea ha approvato il ddl n. 282 sull'istituzione della Giornata nazionale per il diritto al divertimento in sicurezza, nel testo formulato dalla Commissione Affari Costituzionali. Il provvedimento passa alla Camera.

        D-L N. 69/2023 - DECRETO SALVA-INFRAZIONI

        Mercoledì 19 luglio, con 79 voti favorevoli, 26 contrari e 27 astensioni, , l'Assemblea ha approvato, con modificazioni, il disegno di legge n. 755 di conversione del decreto-legge n. 69/2023, recante disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi derivanti da atti dell'Unione europea e da procedure di infrazione e pre-infrazione pendenti nei confronti dello Stato italiano, nel testo licenziato dalla Commissione Politiche UE. Il provvedimento passa all'esame della Camera dei Deputati.

          ALIMENTI E MANGIMI SINTETICI

          Mercoledì 19 luglio, Con 93 voti favorevoli, 28 contrari e 33 astenuti, l'Assemblea ha approvato, con modificazioni, il ddl n. 651, di iniziativa governativa, in materia di alimenti e mangimi sintetici, nel testo proposto dalle Commissioni riunite Industria e agricoltura e Sanità e lavoro. Il provvedimento passa all'esame della Camera.

          D-L N. 57 - DECRETO SETTORE ENERGETICO

          Giovedì 20 luglio, l'Assemblea ha rinnovato la fiducia al governo approvando definitivamente il ddl n. 803 di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 maggio 2023, n. 57, recante misure urgenti per gli enti territoriali, nonché per garantire la tempestiva attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e per il settore energetico. 

          AGENDA

          MOZIONI

          Martedì 25 luglio sono in discussione le seguenti mozioni:

          • 1-00054 sulla candidatura di Roma come città ospite di Expo 2030
          • 1-00066 sui profili critici nell'ambito del processo di attuazione dell'autonomia differenziata 
          • 1-00022 sulle misure per il rafforzamento del Servizio sanitario nazionale 
          • 1-00019 (testo 2) sulla direttiva UE sull'efficientamento energetico degli edifici
          • 1-00008 (testo 2) sull'introduzione di un salario minimo garantito per i lavoratori italiani 
          • 1-00040 sugli impatti della normativa europea in materia di transizione energetica 
          • 1-00065 sul sostegno alle politiche abitative e di edilizia agevolata
          • 1-00045 sul riconoscimento dell'Holodomor come genocidio ai danni del popolo ucraino 

          MOZIONE DI SFIDUCIA NEI CONFRONTI DEL MINISTRO SANTANCHÈ

          Mercoledì 26 luglio è prevista la discussione della mozione n. 1-0062 di sfiducia individuale nei confronti del Ministro del Turismo Daniela Garnero Santanchè

          RENDICONTO 2022 ED ASSESTAMENTO 2023

          A partire da mercoledì 26 luglio sono in discussione i congiunti provvedimenti recanti il Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'esercizio finanziario 2022 (S. 791) e le Disposizioni per l'assestamento del bilancio dello Stato per l'anno finanziario 2023 (S. 792).

          DL ALLUVIONE

          A partire da mercoledì 26 luglio è previsto l’esame del disegno di legge del Governo, di conversione in legge del decreto-legge 1° giugno 2023, n. 61, recante Interventi urgenti per fronteggiare l'emergenza provocata dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023, ove concluso dalla Camera dei deputati (C. 1194​).

                          Camera-dei-Deputati.jpg

                          DALLA CAMERA

                            DECRETO-LEGGE “RIGASSIFICATORI”

                            Lunedì 17 luglio la Camera, previe dichiarazioni di voto, con 191 voti favorevoli e 108 voti contrari, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 maggio 2023, n. 57, recante misure urgenti per il settore energetico (C. 1183-A), nel testo delle Commissioni.

                            MODIFICHE AL CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE

                            Martedì 18 luglio la Camera ha approvato il disegno di legge: S. 411 – “Modifiche al codice della proprietà industriale, di cui al decreto legislativo 10 febbraio 2005, n. 30” (Approvato dal Senato) (C. 1134) e dell'abbinata proposta di legge (C. 101).  

                            PROMOZIONE DELLE STARTUP INNOVATIVE

                            Mercoledì 19 luglio la Camera ha approvato la proposta di legge: “Disposizioni per la promozione e lo sviluppo delle startup e delle piccole e medie imprese innovative mediante agevolazioni fiscali e incentivi agli investimenti” (C. 107) e dell'abbinata proposta di legge (C. 1061). Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

                            AGENDA

                            DL ALLUVIONE

                            A partire da lunedì 24 luglio è previsto l’esame del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 1° giugno 2023, n. 61, recante "Interventi urgenti per fronteggiare l'emergenza provocata dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023. (C. 1194-A/R​)

                            LOTTA ALLA CORRUZIONE

                            A partire da martedì 25 luglio è previsto l’esame, ai sensi del parere della Giunta per il Regolamento del 14 luglio 2010, del Documento motivato della XIV Commissione relativo alla conformità con il principio di sussidiarietà della “Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sulla lotta contro la corruzione, che sostituisce la decisione quadro 2003/568/GAI del Consiglio e la convenzione relativa alla lotta contro la corruzione nella quale sono coinvolti funzionari delle Comunità europee o degli Stati membri dell’Unione europea, e che modifica la direttiva (UE) 2017/1371 del Parlamento europeo e del Consiglio (COM(2023) 234 final)” Doc. XVIII-bis, n. 10, approvato dalla XIV Commissione nell’ambito della verifica di sussidiarietà di cui all’articolo 6 del protocollo n. 2 allegato al trattato di Lisbona.

                            SURROGAZIONE DI MATERNITÀ

                            A partire da martedì 25 luglio prosegue la discussione delle abbinate proposte di legge recanti “Modifica all'articolo 12 della legge 19 febbraio 2004, n. 40, in materia di perseguibilità del reato di surrogazione di maternità commesso all'estero da cittadino italiano” (C. 887​, C. 342​, C. 1026​ e petizione n. 302).

                            BULLISMO E CYBERBULLISMO

                            A partire da martedì 25 luglio prosegue l’esame del testo unificato, adottato come testo base, delle proposte di legge recanti Disposizioni in materia di prevenzione e contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo e di misure rieducative dei minori (C. 536 , C. 891  e C. 910).

                            SVILUPPO COMPETENZE NON COGNITIVE E TRASVERSALI

                            A partire da martedì 25 luglio prosegue l’esame del provvedimento sull’Introduzione dello sviluppo di competenze non cognitive e trasversali nei percorsi delle istituzioni scolastiche e dei centri provinciali per l'istruzione degli adulti nonché nei percorsi di istruzione e formazione professionale. (C. 418-A​)

                            VIOLENZA DOMESTICA E DI GENERE

                            A partire da martedì 25 luglio prosegue l’esame del provvedimento recante Modifiche al decreto legislativo 20 febbraio 2006, n. 106, concernenti i poteri del procuratore della Repubblica nei casi di violazione dell'articolo 362, comma 1-ter, del codice di procedura penale, in materia di assunzione di informazioni dalle vittime di violenza domestica e di genere (Approvata dal Senato - C. 1135​).

                            CONTO CONSUNTIVO 2022 E PROGETTO DI BILANCIO 2023 DELLA CAMERA DEI DEPUTATI

                            A partire da mercoledì 26 luglio prosegue la discussione congiunta del Conto consuntivo della Camera dei deputati per l'anno finanziario 2022 e del Progetto di bilancio della Camera dei deputati per l'anno finanziario 2023.

                            DL 75/2023

                            Venerdì 28 luglio è previsto l’esame del provvedimento recante Disposizioni urgenti in materia di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, di agricoltura, di sport, di lavoro e per l'organizzazione del Giubileo della Chiesa cattolica per l'anno 2025 (C. 1239​).

                            TUTELA EX MALATI ONCOLOGICI

                            Venerdì 28 luglio è prevista la discussione generale del testo unificato recante Disposizioni per la prevenzione delle discriminazioni e la tutela dei diritti delle persone che sono state affette da malattie oncologiche (C.249-A- e abb. 413-690-744-885-959-1013-1066-1182-1200).

                            DISTURBI DELL’ALIMENTAZIONE

                            Venerdì 28 luglio è prevista la discussione sulle linee generali della mozione n. 1-00132 concernente iniziative volte alla prevenzione e alla cura dei disturbi della nutrizione e dell'alimentazione.

                            SALARIO MINIMO

                            Venerdì 28 luglio è prevista la discussione generale del testo unificato recante Disposizioni in materia di giusta retribuzione e salario minimo (C.141-A e abb. C.210C.216C.306C.432C.1053C.1275).

                            STRAGE DI BOLOGNA

                            Venerdì 28 luglio è all’esame la mozione n. 1-00144 concernente iniziative di competenza in relazione alla strage di Bologna, con particolare riferimento al processo di desecretazione degli atti.

                            PARTECIPAZIONE DELL’ITALIA ALL’UNIONE EUROPEA NEL 2023

                            Nel corso della settimana la Commissione XIV^ (Politiche Ue), nell'ambito dell'esame congiunto della relazione programmatica sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea nell'anno 2023, del Programma di lavoro della Commissione europea nel 2023 e del Programma di diciotto mesi del Consiglio dell'Unione europea (1° luglio 2023 - 31 dicembre 2024) - Portare avanti l'agenda strategica, elaborato dalle future presidenze spagnola, belga e ungherese e dall'Alto rappresentante, presidente del Consiglio "Affari esteri" (10597/23), svolge le seguenti audizioni:

                            • Mercoledì 26 luglio: rappresentanti di CGIL - CISL – UIL (ore 15.00) e rappresentanti dell'Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) (ore 15.30):
                            • Giovedì 27 luglio alle ore 14.00: rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

                                                            Logo Conferenza delle Regioni

                                                            DALLA CONFERENZA DELLE REGIONI

                                                            26 LUGLIO, CONFERENZE INTERISTITUZIONALI

                                                            Il Presidente Massimiliano Fedriga ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in seduta straordinaria per mercoledì 26 luglio, alle ore 9.00 (link all’Ordine del giorno). Saranno esaminate le questioni all’ordine del giorno della Conferenza Unificata (Ordine del giorno) e della Conferenza Stato-Regioni (Ordine del giorno), convocate lo stesso giorno rispettivamente alle 11.00 e alle 11.15.

                                                            Azioni sul documento

                                                            ultima modifica 2023-07-25T12:15:36+01:00
                                                            Questa pagina ti è stata utile?

                                                            Valuta il sito

                                                            Non hai trovato quello che cerchi ?

                                                            Piè di pagina