Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Il Fondo Sociale Europeo 2014-20 e il nuovo Fse+

I Fondi strutturali e di investimento europei (Fondo sociale europeo, Fondo europeo di sviluppo regionale, Fondo di coesione, Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) sono risorse finanziarie gestite congiuntamente dalla Commissione europea e dagli Stati membri per ridurre le disparità tra le diverse regioni, e conseguire l’obiettivo della coesione economica, sociale e territoriale a livello comunitario, conformemente all'articolo 174 del TFUE.

L’attuale programmazione 2014-2020 punta a sostenere gli obiettivi di crescita previsti dalla strategia Europa 2020 e il Fondo sociale europeo (Fse), ai sensi del Regolamento UE n. 1304/2013, è il principale strumento dell'Unione europea per promuovere l'occupazione e l'inclusione sociale. Il Fse, con un investimento di circa 80 miliardi di euro, interviene in maniera diretta su 4 obiettivi tematici della politica di coesione per il periodo 2014-2020 (da 8 a 11): promuovere l’occupazione e la mobilità professionale; promuovere l’inclusione sociale e lottare contro la povertà; investire nell’istruzione, nelle competenze e nella formazione permanente; rafforzare la capacità istituzionale ed un’efficiente amministrazione pubblica.

Nel maggio 2018, la Commissione ha presentato le proposte per i programmi relativi al periodo 2021-2027, in particolare la nuova proposta di regolamento per la politica di coesione dell'UE e la proposta relativa a un nuovo Fondo sociale.

Il nuovo Fondo sociale europeo Plus (Fse+), con una proposta di 101,2 miliardi di euro per il periodo 2021-2027, è il principale strumento dell'UE per investire nelle persone e attuare il Pilastro europeo dei diritti sociali. Almeno il 25% delle risorse del Fse+ saranno destinate alla promozione dell'inclusione sociale, il 10% all'occupabilità dei giovani, il 4% a sostegno degli indigenti e il 2% per misure di contrasto alla povertà estrema.

Nella nuova programmazione, il FSE+ accorperà:

Il nuovo FSE+ sosterrà politiche e priorità il cui obiettivo è contribuire a aumentare l'efficacia dei mercati del lavoro e promuovere l'accesso a un'occupazione di qualità, migliorare l'accesso all'istruzione e alla formazione e il loro livello qualitativo, promuovere l'inclusione sociale e la salute e ridurre la povertà, concorrendo così al raggiungimento dell'obiettivo generale di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva oltre il 2030 (obiettivi di sviluppo sostenibile dell'ONU). Un’ulteriore obiettivo del Fse+ è contribuire all'agenda per le competenze per l'Europa, allo spazio europeo dell'istruzione e all'integrazione di cittadini di paesi terzi, integrando le azioni finanziate dal Fondo Asilo e migrazione (AMIF).

Il Fse+ dovrà garantire complementarietà e sinergie con il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo di coesione, il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG), il programma Erasmus e il Corpo europeo di solidarietà, oltre che con il programma Orizzonte Europa, il programma Europa digitale e il programma di sostegno alle riforme, compreso lo strumento per la realizzazione delle riforme.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/23 13:45:00 GMT+1 ultima modifica 2019-01-21T15:00:04+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina