Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Verso la PAC Post 2020: Omnibus e la comunicazione sul futuro della PAC

Regolamento Omnibus

La proposta legislativa "Omnibus" adottata dalla Commissione Europea il 14 settembre 2016 nel contesto dei lavori di revisione del Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) 2014-2020, di fatto si è tradotta, per quanto riguarda l'agricoltura, in una vera e propria miniriforma della politica agricola comune (PAC). Questo, si è verificato soprattutto su impulso del Parlamento Europeo che ha, per mezzo di una serie di emendamenti supplementari alla proposta della CE, ampliato e strutturato il testo iniziale. Il Regolamento Omnibus, che per la sua "parte agricola” è entrato in vigore il 1° gennaio 2018, ha l’obiettivo di apportare miglioramenti tecnici ai quattro regolamenti della PAC: pagamenti diretti, sviluppo rurale, OCM e regolamento orizzontale.

Le principali novità introdotte

Pagamenti diretti:

  • Modifiche norme sul pascolo permanente
  • Distinzione tra agricoltori in attività e agricoltori non in attività diventa facoltativa
  • Semplificazione di alcuni elementi riguardo l’ecosostenibilità

Sviluppo rurale:

  • modifiche al sistema di gestione del rischio con riduzione di alcune soglie e aumento dei tassi di sostegno
  • semplificazione utilizzo di strumenti finanziari

OCM:

  • Estensione a tutti i settori, delle prerogative delle organizzazioni di produttori
  • Estensione facoltativa a tutti settori dell’opzione di negoziare collettivamente le condizioni di ripartizione del valore nei contratti

Regolamento orizzontale:

  • Revisione del funzionamento della riserva di crisi
  • Maggiore disciplina finanziaria

La comunicazione della CE sul futuro della PAC

La Commissione Europa nel maggio 2017 ha lanciato una consultazione pubblica sul futuro della PAC a cui è seguita la pubblicazione, nel novembre 2017, di una comunicazione dal titolo “Il futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura”. Tra le priorità emerse dalla consultazione pubblica, evidenziate nel documento, vi sono:

  • la necessità di una semplificazione della PAC
  • la necessità di una maggiore flessibilità che permetta agli Stati Membri di sviluppare i propri piani strategici su misura
  • maggiore attenzione sul monitoraggio e i progressi in relazione agli obiettivi prestabiliti
  • garantire un sostegno equo e mirato al reddito degli agricoltori
  • la lotta ai cambiamenti climatici

Per saperne di più:

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/12 18:58:39 GMT+2 ultima modifica 2019-03-12T18:58:39+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina