Relazioni internazionali

Incontro in Regione con il Consiglio di Decanato dell’Associazione dei Consoli Onorari dell'Emilia-Romagna

All’incontro con il presidente della Regione ribadito l’impegno comune per una collaborazione proficua in ambito economico e istituzionale, il supporto ai consoli per le loro attività di assistenza ai cittadini e alle imprese dei Paesi che rappresentano, oltre alla promozione di visite, missioni ed eventi culturali.

Il presidente ha ricevuto una delegazione dell’Associazione dei Consoli Onorari dell'Emilia-Romagna, composta da Alvaro Ravaglioli (Decano del Consiglio di Decanato e Console onorario della Slovacchia), Giuseppe Landini (Segretario generale dell’associazione Corpo consolare), Franco Castellini (vice Decano e Console onorario della Bulgaria a Bologna), Elena Maria Longobardi (vice Decano e Console onorario dell’Austria a Bologna), Francesco Andina (tesoriere e Console onorario della Svizzera a Bologna).

L'Associazione è costituita da Consoli Generali, Consoli, Viceconsoli, Agenti Consolari, sia di carriera che onorari, con sede di missione nella Regione Emilia-Romagna, autorizzati ad esercitare le loro funzioni in Italia mediante exequatur con competenza territoriale sull'Emilia-Romagna o in parte di essa.

Nel corso dell’incontro l’Associazione ha ribadito la volontà di promuovere iniziative volte a migliorare i già eccellenti rapporti culturali e commerciali che l’Emilia-Romagna intrattiene con molte delle nazioni da loro rappresentate.

L’associazione
L’associazione Corpo Consolare dell’Emilia-Romagna, è un'associazione senza intenti politici o lucrativi e nasce con lo scopo di promuovere rapporti di migliore conoscenza fra i Consoli Onorari operanti in Emilia-Romagna, diffondendo fra di essi informazioni di ogni genere utili all'assolvimento delle loro funzioni. L'associazione inoltre, garantisce che la condizione giuridica dei Consoli sia, in ogni suo aspetto, conforme alle esigenze della missione cui sono preposti ed opera in modo che vengano realizzate le previsioni contenute nella normativa internazionale, con particolare riferimento alla convenzione di Vienna, del 24 Aprile 1963. Infine, promuove ed incrementa le relazioni fra i Consoli operanti in Emilia-Romagna con i Corpi Consolari esistenti in Italia per favorire tutte le iniziative sociali, culturali e umanitarie, atte ad incrementare un proficuo collegamento fra i Consoli e a valorizzarne la figura e l'opera in qualsiasi settore.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/05 13:31:00 GMT+1 ultima modifica 2022-09-05T13:36:31+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina