Sezioni

Parma

Nella provincia di Parma il dato sulla differenziata nel 2017 sale al 77,6% (3,7% in più rispetto al 2016); sono 22 i Comuni che nel 2017 hanno già raggiunto o superato “quota 73%” di raccolta differenziata, l’obiettivo fissato al 2020 dal Piano regionale dei rifiuti. Di questi, ben 14 già applicano la tariffa puntuale e si collocano al vertice della classifica per i risultati raggiunti. Al primo posto Montechiarugolo, sul podio con l’89,6%. Seguono Mezzani (89,2%), San Secondo Parmense (89), Busseto (88,1), Sorbolo (88), Felino (87,5), Roccabianca (87,5), Sala Baganza (87,4), Sissa Trecasali (86,9), Colorno (86,8), Medesano (85), Fontevivo (84,9), Fontanellato (82,4).

Anche Parma, la città capoluogo, ha un’ottima performance con l’80,8%. Fornovo di Taro raggiunge il 68,2%.

Tra i territori dove non si applica la tariffa puntuale, il dato di differenziata più elevato si registra a Polesine Zibello (83,6%). Seguono Traversetolo (83,2%), Noceto (82,3), Soragna (79,9), Torrile (79,8), Fidenza (78,2), Lesignano de' Bagni (75,6), Collecchio (73,5), Langhirano (70,7), Salsomaggiore Terme (68,1), Calestano (67,1), Berceto (65,3), Tizzano Val Parma (58,6), Palanzano (58,5), Monchio delle Corti (53,2), Varano de' Melegari (49), Corniglio (48,2), Neviano degli Arduini (46,1), Bedonia (46), Solignano (35,4), Borgo Val di Taro (32,5), Varsi (31,3), Compiano (30,1), Valmozzola (28,7), Albareto (27,8), Bore (27,7), Terenzo (27), Tornolo (24,6), Pellegrino Parmense (24,5) e Bardi (24,3).

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/08/03 21:44:03 GMT+2 ultima modifica 2018-08-03T21:44:03+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?