lunedì,  21 novembre 2022

Anche lo sport dice no alla violenza sulle donne: "Senza rispetto non c'è gara"

Campagna della Regione con Marco Belinelli e Andrea Dovizioso per parlare agli uomini, a partire dai più giovani. I dati dai centri antiviolenza dell'Emilia-Romagna

Senza rispetto non c’è gara. Nella vita, oltre che nel mondo dello sport.

Viene proprio da due grandi campioni del basket e del motociclismo come Marco Belinelli e Andrea Dovizioso  il messaggio contro la violenza sulle donne, cuore della campagna di comunicazione che la Regione Emilia-Romagna lancia in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne delle Nazioni Unite.

E che è stata presentata oggi Bologna dall’assessora regionale alle Pari opportunità Barbara Lori.

Due testimonial d’eccezione che hanno accettato di impegnarsi a fianco della Regione, per trasmettere un invito alla responsabilità e al rispetto. Due protagonisti di successo del mondo dello sport che si rivolgono ad altri uomini, a partire dai più giovani, per sensibilizzare su un dramma -la violenza sulle donne -  che nel nostro Paese sta assumendo proporzioni sempre più drammatiche.

Sono intervenute alla conferenza  anche  Cristina  Magnani, Presidente del Coordinamento dei Centri Antiviolenza dell’Emilia-Romagna e Loretta Michelini, Presidente di MondoDonna Onlus.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/11/21 17:23:51 GMT+1 ultima modifica 2022-11-21T17:23:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina