domenica,  15 maggio 2022

Fondazione vittime reati, 53mila euro a sostegno di 7 donne e 13 bambini che hanno subito gravi maltrattamenti in famiglia

Accolte nuove istanze dai territori. Da inizio anno tutti i nuovi casi sono violenze di genere, già utilizzato il 70% del fondo 2022

Violenze fisiche, psicologiche, sessuali, economiche e verbali, che si consumavano tra le mura domestiche e che anche le bambine e i bambini spesso erano costretti a subire o assistere.

Poi il coraggio della denuncia, e ora una nuova vita, lontano dagli uomini che le hanno maltrattate, grazie anche all’aiuto concreto della rete virtuosa di soggetti del territorio promossa e sostenuta dalla Regione, che permette alla Fondazione di operare con efficacia ed immediatezza.

Hanno tanti, troppi tratti in comune le storie delle sette donne, e dei loro tredici figli, che la Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati ha esaminato, su richiesta dei sindaci del territorio, e accolto nei giorni scorsi durante il Comitato dei garanti.

La Fondazione contribuisce in questo modo al progetto di uscita dalla violenza di queste donne e dei loro figli con aiuti per un totale di 53mila euro, tra sostegni economici e supporto psicologico.

I sette nuovi casi, che arrivano dalle provincie di Bologna, Forlì e Reggio Emilia, confermano una tendenza drammatica: tutte le vittime sostenute dalla Fondazione nel 2022 hanno subito violenze di genere.

Un numero significativo che condiziona il lavoro della Fondazione: già a maggio è stato impegnato il 70% del fondo annualmente a disposizione dell’organismo che sostiene le vittime di tutti i reati gravi che tramite i Comuni fanno richiesta di aiuto.

Il presidente della Regione ha ribadito l'impegno a  sostenere la Fondazione integrando le risorse dei soci per permettere di accogliere tutte le istanze e ha allo stesso tempo invitato tutti i cittadini che ne abbiano la possibilità a considerare la Fondazione come destinataria del loro 5xMille al momento della dichiarazione dei redditi.

Il presidente della Fondazione ha sottolineato come la violenza di genere sia  una vera e propria pandemia della nostra società e come i 'reati maschili' abbiano completamente monopolizzato il lavoro dell'ente nei primi cinque mesi del 2022.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/05/15 13:55:00 GMT+2 ultima modifica 2022-05-14T14:16:21+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina