venerdì,  1 luglio 2022

Sanità, le Usca restano operative fino a fine anno: la decisione della Regione per garantire continuità assistenziale

Le unità per l'assistenza domiciliare. Oltre 520mila le prestazioni sanitarie erogate da inizio della pandemia. Donini: “Servizio ancora prezioso“

In Emilia-Romagna arriva la proroga fino al 31 dicembre 2022 per l’attività delle Usca, le squadre speciali di medici e infermieri impegnate fin dal marzo 2020 in prima linea nella lotta contro il Covid, fornendo cura e assistenza domiciliare ai malati che non necessitano di ricovero ospedaliero e ai pazienti in isolamento fiduciario.

Lo ha stabilito l’assessorato regionale alle Politiche per la salute, con una circolare inviata a tutte le Aziende sanitarie territoriali, nella quale si precisa che, in attesa della definizione di un nuovo  modello organizzativo della rete di assistenza sanitaria territoriale, in via eccezionale si andrà alla proroga delle attività delle Usca fino al 31 dicembre 2022.

Una decisione maturata anche in considerazione della nuova crescita dei contagi registrata nelle ultime settimane, anche se la situazione dei ricoveri ospedalieri continua a non destare allarme, con numeri sotto controllo.    

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/01 15:16:05 GMT+2 ultima modifica 2022-07-01T15:16:05+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina