lunedì,  25 luglio 2022

Imprese, 25 milioni di euro per la transizione digitale: riduzione impatto ambientale e premialità per aree interne e montane

Nuovo bando Regione: domande in due ‘finestre’, 13 settembre-20 settembre e 21 settembre-20 ottobre

Progetti innovativi per introdurre le nuove tecnologie nei processi produttivi e organizzativi, nei prodotti e servizi, nelle catene di distribuzione e vendita e nelle relazioni con i diversi attori delle filiere.

Questi i principali obiettivi del nuovo bando per il sostegno alla transizione digitale approvato dalla Giunta regionale, che ha stanziato contributi per 25 milioni di euro, risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale Pr-Fesr 2021-2027, per un sostegno a fondo perduto fino al 45% degli investimenti.

Una misura a supporto in particolare delle Pmi del territorio emiliano-romagnolo per accrescerne la competitività a livello nazionale e internazionale, promuovendo sia la fase di progettazione sia quella di realizzazione e adozione di soluzioni innovative in campo digitale.

Tutti interventi che dovranno necessariamente avere una specifica attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale. E’ stato infatti introdotto il principio DNSH, ovvero l’obbligo di sostenibilità per contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici. Sono inoltre previste premialità, in particolare per le attività che si trovano nelle aree interne e in quelle montane.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/25 15:23:14 GMT+2 ultima modifica 2022-07-25T15:23:14+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina