Le fasi di assemblaggio

Oggi i primi due Tir - ne arriveranno circa quattro alla settimana - hanno consegnato 16 rack e i relativi server, ossia i “muscoli” che consentiranno al supercomputer gestito dal Cineca di poter effettuare 250 milioni di miliardi di operazioni al secondo.

I rack saranno ordinatamente disposti su 9 file nel Data center del Tecnopolo per il via all’installazione, che procederà via via che arriverà il materiale.

Anche l’accensione del supercomputer avverrà in modo incrementale: non si aspetterà di aver completato l’installazione di tutti i rack ma si procederà a gruppi di due file alla volta, man mano che sarà completato anche l’allacciamento alla rete elettrica e ai tubi in cui scorrerà l’acqua per il raffreddamento, posizionati sotto il pavimento.

Oltre alla complessità che accompagna l’installazione di un supercomputer, bisogna ricordare che Leonardo è il risultato di un progetto di co-design tra Cineca e i fornitori di tecnologia: il progetto è così all’avanguardia che alcune delle componenti del supercomputer sono state progettate e realizzate appositamente.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/21 15:26:11 GMT+2 ultima modifica 2022-07-21T15:26:11+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina