mercoledì,  28 dicembre 2022

Vivere in montagna, finanziate altre 175 domande per aiutare giovani coppie e nuclei familiari a comprare casa

Dalla Regione contributi a fondo perduto fino a 30mila euro. In tre anni mille interventi approvati per 25 milioni di euro

La Regione ha approvato in questi giorni la graduatoria del Bando Montagna 2022, pubblicato a ottobre, rivolto a giovani coppie e famiglie, anche composte da una sola persona, in cui il richiedente del contributo regionale non abbia più di 40 anni di età.

La Regione Emilia-Romagna per il terzo anno consecutivo offre un sostegno economico a chi sceglie di trasferirsi in uno dei 121 comuni di montagna dell’Appennino emiliano-romagnolo, per comprare una casa da adibire a propria residenza abituale per almeno cinque anni.

I contributi a fondo perduto sono compresi tra un minimo di 10mila e un massimo di 30mila euro, e non possono superare il 50% delle spese sostenute per l’acquisto dell’immobile.

Entro il prossimo marzo saranno finanziate le prime 175 nuove domande di contributo con i 5 milioni di euro stanziati: una dotazione che porta a mille il totale di richieste soddisfatte per 25 milioni di euro complessivi messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna per questa iniziativa, che punta a sostenere la rivitalizzazione e il ripopolamento delle aree montane, e a favorire nuove opportunità di sviluppo e valorizzazione dei Comuni appenninici.

Il nuovo intervento finanzia solo interventi di acquisto e non di riqualificazione (come avveniva nei bandi precedenti). Una scelta dettata dalla necessità di evitare sovrapposizioni con le diverse misure e benefici nazionali- a partire dal superbonus 110%- che già prevedono agevolazioni soprattutto sul piano fiscale per sostenere interventi di ristrutturazione. Oltre che dalla volontà di rendere più veloci le procedure di erogazione dei contributi, che possono essere assegnati solo a consuntivo.

Come previsto nel bando, le domande ammissibili ma non finanziate per esaurimento dei fondi conservano validità per i 12 mesi successivi all’approvazione della graduatoria, per consentire l’eventuale finanziamento delle stesse nel caso di disponibilità di ulteriori risorse finanziarie.

Azioni sul documento

ultima modifica 2022-12-28T15:36:45+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina