mercoledì,  20 aprile 2022

Donne vittime di violenza, la Regione rafforza il Reddito di Libertà: in Emilia-Romagna accolte tutte le domande

Stanziati 1,3 milioni di euro per integrare i fondi statali: assegni fino a 400 euro al mese, oltre ai contributi per l’autonomia abitativa

Un aiuto concreto per ricominciare, riprendendo in mano la propria vita.

La Regione Emilia-Romagna rilancia il Reddito di Libertà, la misura rivolta alle donne vittime di violenza che prevede l’erogazione di un assegno mensile fino a 400 euro per un periodo massimo di un anno. E lo fa con un impegno forte: 1,3 milioni di euro per il 2022, stanziamento regionale che integra in modo significativo i 200mila euro stanziati dallo Stato, portando le risorse già disponibili a 1,5 milioni di euro.

E sono in arrivo ulteriori finanziamenti. Nelle prossime settimane, infatti, verrà assegnata all’Emilia-Romagna un’ulteriore tranche di risorse statali pari a 667 mila euro, che permetterà di superare i 2 milioni di euro. Un plafond tale da dare risposte a una platea importante di donne.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/04/20 11:22:46 GMT+1 ultima modifica 2022-04-20T11:22:46+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina