venerdì,  15 gennaio 2021

Agricoltura, danni da cimice asiatica: al via i pagamenti agli agricoltori, 40 milioni di euro gli indennizzi 2020

Erogati da Agrea a 1.300 imprese agricole dell'Emilia-Romagna. Mammi: "Già chiesto al Governo l'anticipo di altre risorse"

copyright Servizio Fitosanitario - Regione Emilia-RomagnaGli agricoltori dell’Emilia-Romagna iniziano a ricevere, direttamente sul proprio conto corrente, gli indennizzi per i danni causati dalla cimice asiatica nel corso del 2019.

Una vera e propria boccata di ossigeno per le imprese agricole da Piacenza a Rimini, beneficiarie di 63 milioni di euro di contributi complessivi per il triennio 2020-2022, su un totale di 110 milioni di euro stanziati dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali per tutte le regioni.

 

Si tratta quindi dell’importo più alto a livello nazionale che mira a coprire più del 57% delle perdite dichiarate dal comparto emiliano-romagnolo, e che sarà suddiviso in tre tranche di pagamento: oltre 40 milioni di euro per il 2020, 11 milioni e 500mila sul 2021 e 11 milioni 500mila euro sul 2022.  

I pagamenti, erogati a partire da oggi da Agrea – agenzia regionale per le erogazioni in Agricoltura - direttamente sui conti correnti bancari indicati delle imprese, sono accompagnati da una lettera dell’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi.

 Gli indennizzi 2020 saranno pagati a 1.300 aziende delle 6 province della regione che sono state colpite dalla cimice asiatica: Bologna, Ferrara, Forlì- Cesena, Modena, Ravenna e Reggio Emilia.

Il range di contributo a beneficiario, calcolato in base all’entità del danno subito, va da 200 euro a 900mila euro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/01/15 16:59:00 GMT+1 ultima modifica 2021-01-15T17:03:50+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina