Parma

I principali interventi programmati

Sono in tutto 47 i cantieri di sicurezza del territorio che vedranno la luce nel 2021 in provincia di Parma per un totale di 10 milioni 854 mila euro. Di questi, 15 riguardano la manutenzione e la cura di fiumi e versanti per oltre 1 milione 140 mila euro.

 

A Bedonia con 300mila euro si finanzia il secondo stralcio di lavori per l’efficienza idraulica del torrente Pelpirana in corrispondenza e a valle dell'attraversamento del capoluogo e con 50mila euro il ripristino e la messa in sicurezza della frana in località Lavole lungo torrente Sissola.

A Berceto sono in programma 300mila euro di interventi di regimazione delle acque e il secondo stralcio di opere per la sistemazione della frana di Casaselvatica finanziati con 130mila euro.

A Borgo Val di Taro vanno 250mila euro per realizzare nel torrente Tarodine il secondo stralcio di lavori per la platea in massi e la controbriglia.

A Calestano si interviene con 500mila euro per il secondo stralcio di interventi urgenti finalizzati alla sistemazione dell'alveo del torrente Baganza, a difesa di infrastrutture pubbliche, e con 120mila euro, il secondo stralcio delle opere necessarie al ripristino della viabilità della strada comunale di Alpicella.

A Collecchio 450mila euro sono impegnati per il primo stralcio di interventi di sistemazione idrogeologica con l’obiettivo di ridurre il rischio idraulico degli abitati di Ozzano Taro, Gaiano e Pontescodogna.

A Colorno-Torrile 230mila euro serviranno per realizzare lavori di riduzione del rischio e per il miglioramento del sistema difensivo del nodo idraulico di Colorno sui canali Lorno, Galasso e sul torrente Parma.

A Corniglio è in programma un intervento da 350mila euro per stabilizzare il versante e garantire la percorribilità della strada comunale Curatico-Costa Venturina.

A Fidenza 320mila euro servono per la messa in sicurezza del bacino collinare del torrente Stirone e altri 450mila euro finanziano il recupero di erosioni spondali in alcuni tratti del torrente, che interessano anche il comune di Soragna. 

Nel comune di Fornovo di Taro sono in programma quattro interventi: a Cafragna 90mila euro per il quarto stralcio di opere per il ripristino dell'officiosità idraulica del torrente Scodogna e altri 300mila per regimazione e risezionamento idraulico del torrente a salvaguardia della strada comunale.
Inoltre, 250mila euro finanziano opere di opere di difesa spondale, per proteggere le abitazioni, nel torrente Taro in località Osteriazza e altri 450mila per il secondo stralcio di lavori per la sicurezza del ponte sul Taro lungo la strada comunale di Oriano.

Nel comune di Lesignano de’ Bagni, a Mulazzano, con 220mila euro sarà realizzato il secondo stralcio di opere per la sicurezza dell’abitato in località Montetestone.

A Medesano si investono 100mila euro per interventi urgenti per la sicurezza dei torrenti e dei corsi d'acqua.

A Parma si finanziano rispettivamente con 150mila euro il secondo stralcio di opere urgenti di messa in sicurezza nel bacino del torrente Baganza sul Cavo Maretto e sul Cavo Baganzale in località Lemignano e Vigheffio e il terzo stralcio di opere sul Torrente Cinghio e affluenti da San Michele Tiorre a Gaione con 250mila euro.

A Sala Baganza sono impegnati 300mila euro per le opere di difesa spondale sul torrente Baganza in località Castellaro.

A Sissa Tre Casali 500mila euro vanno ai lavori per il recupero dell’erosione spondale in destra idraulica del fiume Taro in località Ronco Campo Canneto.

A Soragna-San Secondo parmense sono destinati 300mila euro per l’adeguamento delle sommità arginali in tratti saltuari del torrente Rovacchia.

A Sorbolo Mezzani sono previsti due interventi: in località Bocca D’Enza 800mila euro sono impegnati per l’adeguamento idraulico del Mandracchio e del collettore Parmetta tra la chiavica di Balano e la chiavica allo sbocco nel torrente Enza, mentre a Enzano altri 440mila euro serviranno per lavori urgenti di ripresa della frana spondale in sinistra idraulica del fiume.

A Tizzano Val Parma 400mila euro servono per il consolidamento dell'abitato; altri 60mila sono destinati per interventi sulla Pista di Emergenza Val Bardea a Capriglio.

A Traversetolo-Lesignano de’ Bagni si investono 380mila euro per la sistemazione idraulica-idrogeologica del bacino del torrente Termina di Castione. Altri 210mila euro sono invece destinati al terzo stralcio di lavori per la messa in sicurezza dell'abitato di Gavazzo

A Valmozzola è in programma un intervento da 300mila euro per il consolidamento strutturale del ponte sul Torrente Mozzola presso la località Dongola.

Infine, a Varsi si farà con 400mila euro un intervento di consolidamento strutturale del ponte Vetrioni sul torrente Ceno, e con altri 360mila il primo stralcio di interventi urgenti di ripristino delle opere idrauliche e di sistemazione morfologica nel bacino del torrente che coinvolgono anche Bore, Pellegrino parmense, Solignano, Varano de' Melegari e Bardi.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/04/01 17:53:27 GMT+2 ultima modifica 2021-04-01T17:53:27+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina