I rimborsi ai privati

I primi rimborsi fino al 100% - nel limite massimo di 5 mila euro – riguardano gli interventi sulle abitazioni principali. Sono compresi anche i costi di sistemazione o sostituzione dei beni mobili quali l’arredamento e pulizia dai detriti. Le spese di progettazione sono riconosciute nel limite del 10%. Risultano invece esclusi dai rimborsi i danni alle seconde case sfitte.  

Rimborsi aggiuntivi per i privati con abitazione, principale o secondaria, nei 5 Comuni già messi a dura prova dal sisma del 2012: Modena, Nonantola, Campogalliano e Castelfranco Emilia nel modenese e Boretto nel reggiano.

Per gli interventi di ripristino delle prime case il rimborso sarà del 100% dei danni nel limite di 40 mila euro e fino all’80% sulla parte eccedente, comunque entro massimali che giungono fino a 187 mila 500 euro.

La percentuale di indennizzo è invece del 50% dei danni per le case sfitte e le sedi di Onlus, nel rispetto dello stesso budget di 150 mila euro. Ciò sia nel caso di interventi di demolizione, ricostruzione e delocalizzazione che nel caso dei ripristini.

Ulteriori contributi sono previsti anche per il ripristino o la sostituzione di beni mobili distrutti o danneggiati e non più utilizzabili, quali arredi ed elettrodomestici ubicati in abitazioni principali e, nei comuni già colpiti dal sisma, anche in abitazioni secondarie. Potranno raggiungere il 100% di danno per le prime case fino al massimo di 15.000 euro. Nessun indennizzo spetta invece, come di consueto, per i beni mobili registrati quali le automobili, esclusi a scala nazionale dal sistema dei rimborsi.

E ancora: risarcimenti sono contemplati per le operazioni di pulizia e rimozione di fango e detriti - rimborsate al 100%, fino a 5 mila euro - e gli interventi strutturali sulle aree pertinenziali esterne al fabbricato. 

Anche le spese tecniche di progettazione saranno ammesse a finanziamento nel limite massimo del 10% dell’importo, così come la perizia asseverata (richiesta per danni di importo superiore a 15 mila euro) che sarà rimborsata fino ad un massimo di 1.500 euro.  

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/08/05 14:00:24 GMT+1 ultima modifica 2021-08-05T14:00:24+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina