mercoledì,  9 settembre 2020

Agricoltura, emergenza pera: incontro in Regione con produttori e associazioni dell'ortofrutta

Indennizzo danni, tavolo tecnico per le emergenze fitosanitarie e risorse straordinarie, le prime risposte per sostenere le aziende

pera, maculaturaLe gelate della scorsa primavera, i danni provocati dalla cimice asiatica e in ultimo l’emergenza fitosanitaria dovuta alla maculatura bruna. Per la coltivazione della pera è un’annata molto difficile e i danni provocati da questa patologia fungina stanno causando rilevanti perdite alle produzioni di pere in particolare nel ferrarese e nella pianura modenese e bolognese, mettendo in ginocchio un comparto che vede l’Emilia-Romagna primo produttore italiano ed europeo.
E allora, indennizzo dei danni, tavolo tecnico per la gestione delle emergenze fitosanitarie -come è stato fatto per la cimice asiatica - e risorse straordinarie per un rilancio del settore, sono le risposte immediate individuate dall’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, illustrate oggi nel corso dell’incontro organizzato in Regione con oltre 40 tra produttori e organizzazioni del mondo dell’ortofrutta.
L’assessore Mammi ha poi ribadito il suo impegno a tutti i livelli, in particolare con Governo e parlamentari emiliano-romagnoli, per sostenere il settore dell’ortofrutta attraverso un incremento delle risorse stanziate per l’indennizzo dei danni dalle gelate tardive e un’accelerazione delle procedure di erogazione degli indennizzi per i danni da cimice asiatica le cui richieste ammontano per la sola Emilia-Romagna a oltre 90 milioni di euro. Ha infine annunciato la disponibilità da parte della Regione ad investire risorse straordinarie del bilancio regionale, oltre a quelle già messe in campo con il Psr e l’Ocm Ortofrutta, per un progetto di rilancio del comparto della pera che veda uniti tutti i soggetti della filiera.

Il valore dell’ortofrutta in Emilia-Romagna

L’ortofrutta è un comparto strategico dell’agricoltura emiliano-romagnola e rappresenta il 25% della produzione lorda vendibile regionale con oltre 115mila ettari di superficie agricola. Negli ultimi due anni questo comparto ha però conosciuto una serie continua di avversità che stanno mettendo a rischio la sua tenuta e la sopravvivenza stessa delle aziende. Ai danni provocati dalla cimice asiatica nel 2019 si sono aggiunti quelli delle avversità atmosferiche, in particolare le gelate tardive di marzo e aprile, e da ultimo l’ulteriore emergenza fitosanitaria della maculatura bruna che colpisce la principale cultura frutticola regionale, la pera, per la quale l’Emilia-Romagna è il primo produttore in Italia e in Europa.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/09 18:05:15 GMT+2 ultima modifica 2020-09-09T18:05:15+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina