giovedì,  22 ottobre 2020

Moria vongole, proposta Regione: 400mila euro di contributi straordinari ai pescatori fermati dall'emergenza

Da inserire nella prossima Legge di bilancio. Mammi: "Salvare un comparto che rischia di collassare, ma servono anche i fondi nazionali"

vongole morte .jpgL’assenza di ossigeno nei fondali marini, nei tratti dell’Adriatico tra Cesenatico e Ravenna, Rimini e Porto Garibaldi, è la principale causa della moria delle vongole, un fenomeno straordinario che tra il 20 settembre e il 2 ottobre scorsi, ha bloccato la pesca e l’allevamento del comparto, con gravi ricadute economiche e sociali per centinaia di lavoratori.

Dopo la lettera dell’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Alessio Mammi alla ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova per chiedere l’attivazione del fondo di solidarietà nazionale, la Regione si attiva direttamente a favore dei pescatori proponendo una nuova norma, nella prossima legge di bilancio.

Si tratta di un intervento straordinario che stanzia 400mila euro di aiuti a favore delle imprese emiliano-romagnole dedite alla pesca delle vongole (Chamelea gallina) nel comparto di Ravenna e Rimini e alle imprese acquicole per l'allevamento delle vongole veraci (Tapes spp) operanti nelle aree dei canali di Comacchio.

L'entità, i criteri e le modalità di erogazione degli indennizzi, saranno definiti in seguito all’approvazione della legge, che conterrà la norma.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/10/22 16:22:12 GMT+1 ultima modifica 2020-10-22T16:22:12+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina