martedì,  24 marzo 2020

Coronavirus, in 3 giorni 122 medici e infermieri rispondono dall'Italia e dal mondo al bando straordinario della Regione per personale a Piacenza e Parma

Bonaccini e Donini: "Disponibilità eccezionale". Dall'inizio della crisi, 1.359 nuove assunzioni nella sanità dell'Emilia-Romagna

Medici ospedale lettino pazienteSono i 122 medici e gli infermieri che hanno risposto al bando straordinario della Regione di sabato scorso, una selezione avviata in tempio brevissimi per professionisti destinati alle strutture sanitarie di Piacenza e Parma, le province più colpite dal Covid-19. In soli tre giorni hanno aderito alla chiamata regionale non solo dall’Italia, ma anche da Regno Unito, Svizzera, Norvegia, Ucraina, Venezuela, Pakistan, Turchia, Albania: il tempo di completare le pratiche necessarie, dopodiché 63 sono destinati a Piacenza (29 medici e 34 infermieri) e 59 all’Azienda ospedaliera e Azienda Usl di Parma (36 medici e 23 infermieri).  

Si aggiungono ai 1.359 operatori assunti in Emilia-Romagna dall’inizio dell’emergenza sanitaria: 255 medici, 749 infermieri, 262 operatori socio-sanitari e 93 altre figure professionali. Di questi, a Piacenza ne sono andati 158 (31 medici, 75 infermieri, 39 operatori sociosanitari, 13 altri profili), all’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma 139 (44 medici, 50 infermieri, 36 operatori sociosanitari, 9 altri profili) e all’Ausl di Parma 88 (27 medici, 25 infermieri, 15 operatori sociosanitari, 21 altri profili).  

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/24 17:49:00 GMT+1 ultima modifica 2020-03-27T18:50:57+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina