lunedì,  18 maggio 2020

Coronavirus, sì alle visite ai congiunti tra le province di Ferrara e Rovigo: ma con autocertificazione

La comunicazione congiunta ai prefetti dei presidenti Bonaccini e Zaia. La possibilità prevista nelle ordinanze delle due Regioni

tangenziale smog traffico autoSì agli spostamenti tra le provincie di Ferrara e Rovigo per far visita ai congiunti a partire da oggi lunedì 18 maggio.

Una nuova possibilità per i cittadini residenti nei due territori, di cui i presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e Veneto, Luca Zaia, hanno informato i prefetti di Ferrara, Michele Campanaro, e di Rovigo, Maddalena De Luca, chiedendo la collaborazione delle forze di polizia.

Nella lettera congiunta, Bonaccini e Zaia ricordano che la decisione è stata assunta in ragione della positiva evoluzione dello stato epidemiologico, e a fronte dell’esigenza manifestata da numerosi cittadini residenti nelle due province.

Per questi tipo di spostamenti extra confini regionali, sarà comunque necessaria una autocertificazione, nella quale dovranno essere motivate le ragioni dell’attraversamento del confine regionale.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/18 15:58:20 GMT+2 ultima modifica 2020-05-18T15:58:20+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina