venerdì,  3 aprile 2020

Coronavirus, arrivati in Emilia-Romagna 16 medici volontari attivati dalla Protezione civile nazionale

In aiuto al personale sanitario nelle regioni più impegnate nella lotta all'emergenza Covid-19

medici chirurghi ospedale pazienteSono 16 i medici volontari arrivati ieri in regione, con un trasporto del Gruppo esplorazione aeromarittima di Pratica di Mare della Guardia di Finanza, per dar man forte ai colleghi degli ospedali e delle Aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini. Si aggiungono ad altri 6 già arrivati a Piacenza una settimana fa.

Si tratta di una quota del personale attivato dalla Protezione civile nazionale (64 medici volontari, internisti, rianimatori, cardiologi, igienisti e esperti di pronto soccorso), in supporto al personale sanitario delle regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Trentino Alto Adige, Piemonte e Valle D'Aosta, particolarmente impegnate nella lotta all'emergenza epidemiologica attualmente in corso.

Nello specifico sono destinati a Piacenza un internista, un medico di pronto soccorso e un cardiologo, un igienista e un rianimatore a Parma, un medico di pronto soccorso e un cardiologo a Reggio Emilia, un cardiologo e un rianimatore a Modena, a Bologna un cardiologo e un medico di medicina generale, un cardiologo a Imola e uno a Ferrara, in Romagna un medico di pronto soccorso, uno di rianimazione e un cardiologo.

Ad accompagnare la delegazione sono intervenuti ieri il ministro per gli affari regionali, Francesco Boccia, il sottosegretario del Ministero della Salute, Sandra Zampa, il commissario per il potenziamento delle infrastrutture ospedaliere, Domenico Arcuri, il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, e Agostino Miozzo del Dipartimento della Protezione civile-promozione e integrazione del Servizio nazionale.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/03 17:31:21 GMT+2 ultima modifica 2020-04-03T17:31:21+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina