mercoledì,  30 ottobre 2019

I vincitori del Premio Innovatori Responsabili. Costi: "Colpisce la grande vitalità delle imprese, in ogni settore e dimensione"

Oggi la cerimonia a Ravenna. 32 i progetti selezionati per le 8 categorie del concorso, promosso dalla Regione e rivolto a imprese, enti locali e associazioni

Innovatori responsabili, CostiC’è una piattaforma che mette in comunicazione le imprese e favorisce il recupero degli scarti dei processi di lavorazione. C’è poi un progetto per ottenere balsamo per i capelli dalla lana di scarto e anche una struttura turistica inclusiva per ragazzi svantaggiati.

Sono 32 i progetti premiati, scelti tra le 139 le candidature giunte quest’anno da tutta la regione per le 8 categorie previste dal premio Innovatori Responsabili, promosso dalla Regione e rivolto a imprese, enti locali e associazioni, e che da quest’anno ha incluso anche liberi professionisti, scuole superiori e università. Tanti soggetti pubblici e privati uniti dall’impegno per un futuro sostenibile, alla ricerca di soluzioni per rispondere alla sfida dei 17 obiettivi globali indicati dall’Onu con l’Agenda 2030.

Economia circolare, agricoltura sostenibile, educazione e lotta allo spreco alimentare, turismo inclusivo, bioedilizia e rigenerazione urbana: questi i temi protagonisti della V edizione del premio, che si è tenuta oggi al Museo Classis di Ravenna, frutto di un importante intervento di recupero di un ex zuccherificio inserito nella suggestiva cornice del Parco Archeologico di Classe.

 

Più sensibilità verso l’ambiente

La diffusa partecipazione e la varietà delle iniziative presentate dalle imprese, anche di piccolissime dimensioni, conferma la vitalità di un sistema produttivo che si dimostra sempre più impegnato in processi di innovazione orientati all’economia circolare, attraverso la riduzione dei consumi di materie prime, il recupero degli scarti e progetti di ecodesign. Cresce dunque la sensibilità e l’investimento delle imprese per ridurre gli impatti ambientali, ma anche per migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori attraverso strumenti di welfare aziendale e progetti per favorire la conciliazione vita-lavoro.

Come ogni anno al premio Innovatori Responsabili si affianca il Premio Ged – Gender Equality and Diversity, istituto dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna e assegnato dalla Commissione per la parità e per i diritti delle persone alle migliori azioni per le Pari opportunità.

“Per questa importante edizione - ha detto Roberta Mori, presidente della Commissione Pari opportunità dell’Assemblea Legislativa -  la Commissione Parità e Diritti delle Persone attribuisce dieci riconoscimenti, tra premi e menzioni GED. La qualità oltre che l’aumento dei progetti candidati a GED dimostra come la comunità regionale abbia assunto l’obiettivo 5 di Agenda 2030 “Raggiungere l’eguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze” quale responsabilità collettiva, propriamente sociale, cui tutti siamo chiamati a concorrere per superare gap, iniquità e discriminazioni che frenano il progresso”.

Per gli otto progetti vincitori la Regione ha realizzato un video promozionale, presentato durante la premiazione. Tutti i progetti sono pubblicati nel volume Innovatori Responsabili 2019.


I materiali sono disponibili on line alla pagina:

http://imprese.regione.emilia-romagna.it/rsi/doc/premio-innovatori/premio-er-rsi-2019

 

 

Approfondimenti

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/30 16:10:21 GMT+1 ultima modifica 2019-10-30T16:10:21+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina